Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter: Mourinho vuole 4 cessioni

Inter: Mourinho vuole 4 cessioniTUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
giovedì 30 luglio 2009, 07:182009
di Redazione TMW.
fonte Telelombardia - www.qsvs.it

Mourinho non ne vuol più sapere di avere 26 27 giocatori in rosa. Lo ha detto a Branca e Oriali che però si sono trovati di fronte a calciatori che non hanno alcuna idea di lasciare l'Inter. Burdisso, Rivas, Obinna, Vieira e Mancini, con Suazo in attesa di capire se arriverà un altro giocatore offensivo. Tutti questi hanno rifiutato alcune destinazioni proposte dalla dirigenza nerazzurra. Il motivo è semplice. Un giocatore con un ingaggio importante all'Inter, considerato il ruolo non di primissimo piano, non può passare inosservato: è difficile, per loro, abbassare la testa e riprendersi considerazione e stimoli altrove, ad un ingaggio minore.

Jimenez lo ha fatto, Mourinho ha apprezzato, ma ora attende che qualcun altro segua l'esempio del cileno, in prestito al West Ham.
E invece la tratattiva Obinna-Napoli è saltata, Rivas e Burdisso hanno offerte dall'Inghilterra, ma per il momento o i soldi sono pochi oppure i giocatori hanno risposto picche. Vieira guadagna quanto un big e la maggior parte delle squadre non possono permettersi un ingaggio del genere. Mourinho vuole lavorare con un gruppo più ristretto, al piu' presto, pur sapendo che il mestiere di Branca e Oriali , in questo momento , è tutt'altro che semplice. Il tecnico portoghese userà il pugno duro: a partire dalla trasferta di Pechino per la Supercoppa, verrano esclusi dai convocati, salvo emregenze, coloro che non rinetrano nei suoi piani per affrontare la stagione che sta per cominciare. Con la speranza che qualcuno si accasi altrove, abbasanndo le pretese.