Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Juventus, Del Piero: "Col Chievo voglio esserci"

Juventus, Del Piero: "Col Chievo voglio esserci"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico de Luca
giovedì 20 agosto 2009, 14:382009
di Redazione TMW.
fonte tuttosport.com

Il capitano della Juventus, Alessandro Del Piero ha dichiarato a Tuttosport che le sue condizioni fisiche stanno migliorando. "Sto bene, il recupero procede bene. Puntiamo a domenica, domani se tutto va al 100% dovrei essere a disposizione".

Il capitano spera di poter essere in campo per la prima di campionato contro il Chievo. "E' grazie alla mia età che ho risolto così in fretta, ora spero di giocare e, soprattutto, speriamo di esordire con una vittoria. Speriamo di partire bene, poi come sempre sarà il campo a decidere tutto".

"Non c'è motivo di invidiare qualcosa all'Inter -dice poi Del Piero- Per quella che è la storia recente sappiamo che è la squadra da battere. Ha avuto un mercato particolare, ma non credo che abbia perso in qualità. Alla Juve sono arrivati giocatori importanti che fino a oggi hanno fatto molto bene, e hanno avuto il nostro appoggio. Come qualità è elevatissima".

Parole anche sulla vicenda Lippi-Mourinho. "Spero che Lippi non si sbagli nel suo prontostico, visto che l'anno scorso ci ha preso. Mancanza di rispetto? Io quando l'anno scorso ha detto che vinceva l'Inter certo non mi sono offeso, non ci ho trovato nulla di male. I sospetti di Mourinho? Il ragionamento è un altro. Mourinho è bravo a caricare di responsabilità le avversarie e scaricare la sua squadra. Non so se sia bravura o furbizia o per mancanza di rispetto, da parte nostra cerchiamo di non farci colpire dalla cultura del sospetto. Sicuramente la sua è una tattica, ma non dobbiamo farci attrarre da questo. A me non fa né caldo né freddo, Lo rispetto come allenatore e basta".