Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...la difesa del Milan

...la difesa del Milan TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 27 luglio 2009, 00:002009
di Alessio Calfapietra
fonte Andrea Lolli

E' stato il reparto più criticato nell'ultima stagione nonché quello che necessitava dei maggiori ritocchi in sede di campagna acquisti. Stiamo parlando della difesa rossonera, apparsa più simile ad un colabrodo che ad un reparto arretrato di una squadra di calcio con ambizioni di Scudetto e Champions League. I ripetuti guai fisici di Bonera e Kaladze, il grave problema alla schiena di Alessandro Nesta e la mancanza di grandi alternative hanno costretto Carlo Ancelotti ad inventare di volta in volta soluzioni di ripego che non hanno sortito l'esito sperato. Quello che tutti, però, si chiedono ora è se gli innesti di Onyewu e Thiago Silva siano sufficienti a tornare grandi. La sensazione è che ci siano troppi "se" a condizionare quello che può essere il rendimento nella prossima stagione.

Se Nesta sarà tornato ai suoi livelli dopo tanti mesi di assenza, se Onyewu saprà stupire e garantire la giusta affidabilità di cui tutti dubitano, se Thiago Silva saprà adattarsi al nostro calcio dopo i problemi riscontrati in Portogallo ed in Russia. Tante incognite a cui solo il campo può dare una risposta esaudiente, ma per il momento che sta passando la squadra, forse, non era il momento delle scommesse. A queste si aggiunge quella legata al nuovo tecnico, che oltretutto dovrà sopperire alla partenza di Kakà, non certo uno qualsiasi. Tanti dubbi, poche certezze e due squadre, Inter e Juventus, decisamente più forti sulla carta in questo momento.