Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio, ag. Ledesma: "Il ricorso per la rescissione è partito"

Lazio, ag. Ledesma: "Il ricorso per la rescissione è partito"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Baldini
venerdì 27 novembre 2009, 12:482009
di Redazione TMW.
fonte di Gianluca Leonardi per Lalaziosiamonoi.it

Ledesma-Lazio, una storia infinita. Proprio quando sembrava ci fosse un riavvicinamento tra le parti, la situazione è degenerata. Martedì c'è stato l'incontro tra il manager dell'argentino, Vincenzo D'Ippolito, e il diesse biancoceleste Igli Tare. Un'ora di colloquio per confrontarsi. La società ha chiesto le scuse del giocatore sul modello Stendardo. L'entorurage del calciatore, come dichiarato ieri alla nostra redazione, non crede ci siano scuse da fare. Oggi la redazione de lalaziosiamonoi.it ha ricontattato il manager dell'argentino per avere ulteriori chiarimenti:

"Confermo che questa mattina è partito il ricorso al Collegio Arbitrale per la rescissione del contratto e la richiesta di danni. Di fronte al comportamento della società, non avevamo altre alternative. Il ragazzo non voleva arrivare a tanto, ma è l'unica via. Quando ho incontrato Tare mi è stato ribadito la volontà della società di avere pubbliche scuse,e, noi pensiamo di non dover chiedere scusa di niente. Anzi, era stato il presidente Lotito, il 22 agosto a Cortina a promettere che avrebbe riabilitato il giocatore agli occhi dell'opinione pubblica. Christian è stato sempre disponibile nei confronti della Lazio. In questi giorni ho sentito parlare di questioni economiche, posso smentire con forza queste voci. Il ragazzo aveva solamente chiesto di poter essere ceduto di fronte a richieste di squadre blasonate e che avrebbero partecipato alla Champions. Ha rifiutato, in estate, la Fiorentina proprio perché non la ritiene superiore alla Lazio, poi si sono fatti i nomi di Genova, Napoli e Udinese, tutte società che il calciatore non ritiene superiori alla Lazio. Ultima goccia sono state le parole di Ballardini che in allenamento lo ha schierato come centrocampista esterno, ruolo che lui non ha mai ricoperto essendo un centrale. E' sembrato quasi che lo usasse come si utilizza un ragazzo della Primavera quando devi coprire un buco in formazione"