Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio, Ballardini pensa al tridente

Lazio, Ballardini pensa al tridenteTUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
lunedì 13 luglio 2009, 16:442009
di Redazione TMW

Davide Ballardini è certo, equilibrio e chiarezza di gioco saranno le caratteristiche della sua Lazio, sapendo di poter contare su una buona rosa e due grandi giocatori come Rocchi e Zarate. "La squadra è attenta e ha voglia di correre - ha detto il tecnico romagnolo dal ritiro di Auronzo di Cadore - I ragazzi che sono qui sono molto seri, hanno voglia di allenarsi e fare un buon lavoro". Sembra sereno Ballardini, nonostante i 30 giocatori in rosa da gestire e la volontà, di alcuni, di andare via. "Tutti stanno lavorando come gli altri, con grande serietà e voglia - ha detto - Ieri ho parlato con Ledesma, oggi con Pandev, a breve parlerò con De Silvestri. Vedremo come andrà a finire". Visto l'affollamento dello spogliatoio biancoceleste, però, meglio non parlare di nuovi arrivi, soprattutto in attacco. "Adesso pensiamo ai giocatori che sono qui per metterli nelle condizioni migliori, poi da qui alla fine del mercato si valuterà - ha precisato Ballardini - Il nuovo arrivato Eliseu è un esterno ma anche una mezzala ed è molto veloce. Zarate è un secondo attaccante, Rocchi è un grande giocatore, sa come ci si deve muovere". L'attaccante argentino sarà fondamentale se saprà mettersi a disposizione della squadra.

"Per essere un grande giocatore c'é bisogno che le sue tante qualità vengano messe sempre a disposizione del gruppo - ha detto l'allenatore - Zarate come tutti gli altri, deve essere bravo anche nella fase difensiva". Ballardini non esclude l'idea del tridente Foggia-Rocchi-Zarate, poco sperimentato da Rossi nella scorsa stagione. "Io credo che possano giocare assieme, l'idea nostra é quella di far giocare i giocatori nei loro ruoli - ha spiegato il tecnico - E nelle loro posizioni devono dare il massimo, in tutte le due fasi". Ieri, nella prima uscita stagionale contro i dilettanti dell'Auronzo (seconda categoria) finita 10-0 per i biancocelesti, Ballardini ha sperimentato il 4-2-3-1, un modulo che sembra convincerlo. "Io non parlerei di disposizione ma di principi, della fase offensiva e della fase difensiva - ha spiegato - I giocatori devono sapere cosa devono fare quando la palla è in nostro possesso e quando è nei piedi degli altri". Per il momento la Lazio deve vivere il presente, troppo presto per pensare alla Supercoppa italiana, in programma l'8 agosto a Pechino e fissare obiettivi. "Ora dobbiamo pensare a prepararci bene e ha valutare bene tante cose. Poi dopo saremo pronti per l'appuntamento - ha concluso Ballardini - La promessa é un grandissimo impegno sotto il profilo umano, fisico e tecnico. Abbiamo fatto 5-6 giorni di allenamento, obiettivi non si possono fissare".