Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio, è iniziato il ritiro: problemi per Matuzalem

Lazio, è iniziato il ritiro: problemi per MatuzalemTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
mercoledì 11 novembre 2009, 20:222009
di Riccardo Mancini
fonte lalaziosiamonoi.it

FORMELLO - Il ritiro "soft" è iniziato. Archiviati i due giorni di riposo concessi dalla società, al centro sportivo di Formello è tempo di faccia a faccia. Una vittoria in campionato che manca da 10 giornate, un cammino europeo quasi compromesso, un'identità tecnico-tattica incompiuta ed un malessere strisciante che contamina l'intero ambiente biancoceleste. La Lazio si isola, si confronta, si interroga sull'origine di una crisi che non vede spiragli di luce. Lo fa cedendo parzialmente alla "tentazione" del ritiro forzato, il secondo stagionale. Ma al contrario di quello senese, questa volta ad ospitare le "riflessioni" della compagine di Ballardini sarà il quartier generale capitolino, dove la Lazio lavorerà, ma non pernotterà, fino a nuova decisione (dovrebbe essere fino a sabato, poi dalla prossima settimana potrebbe scattare il ritiro anticipato in terra campana). Nessun ritiro punitivo, insomma, ma solo l'occasione per trascorrere più tempo possibile insieme (pranzi e cene comprese) per ritrovare unione e compattezza d'intenti.

Quel che è certo è che la ripresa odierna ha aperto un periodo da sfruttare al massimo, sia dal punto di vista dell'addestramento tattico, che dal punto di vista fisico. Lo staff tecnico vuole massimizzare la sosta concessa dagli impegni delle nazionali per concedersi un piccolo richiamo atletico, ma soprattutto per correggere le lacune strutturali di una squadra fragile in fase difensiva e sterile nella costruzione del gioco. Un "ripasso" che questo pomeriggio il tecnico ravennate ha dovuto iniziare senza molti assenti. Tante defezioni soprattutto nel reparto arretrato (privo di portieri), orfano dei nazionali Lichtsteiner (14 novembre Svizzera- Norvegia), Kolarov (14 novembre Irlanda del Nord - Serbia), Muslera (14 e 18 novembre Uruguay - Costarica) e degli infortunati Bizzarri (distrazione muscolare alla spalla, almeno 10 giorni di cure fisioterapiche), Siviglia (contusione alla coscia). Assenti anche Meghni, recuperato dal guaio muscolare ma impegnato con l'Algeria (14 novembre sfida decisiva con l'Egitto), Dabo, ancora ai box a causa di una fascite plantare, ed il macedone Pandev (14 e 18 novembre, amichevoli con Canada e Iran). Oltre ai suddetti indisponibili, non hanno preso parte alla seduta Brocchi (in permesso), Matuzalem (probabile un affaticamento muscolare) e Baronio (contusione al piede) che nelle prossime ore dovrebbero sottoporsi agli accertamenti del caso. In via di smaltimento il versamento al ginocchio per Stendardo che ha effettuato un lavoro differenziato (corsa intorno al campo) in compagnia del giovane Sevieri, mentre è tornato regolarmente in gruppo Simone Del Nero che sembra aver superato la lesione muscolare al bicipite femorale.
Dopo una prima fase di riscaldamento (stretching e scatti), i 20 calciatori a disposizione sono stati divisi in due squadre da 10 che hanno dato vita ad una partitella in famiglia, alla quale hanno partecipato anche gli "accantonati" Ledesma, Artipoli, Firmani, Bonetto e Manfredini.

Queste, nello specifico, le due squadre testate dal duo Ballardini-Regno:
1 - Luciani, Cribari, Radu, Bonetto; Foggia, Ledesma, Mauri, Manfredini; Cruz, Inzaghi;
2 - Scaloni, Diakitè, Artipoli, Del Nero; Firmani, Perpetuini, Eliseu; Zàrate, Rocchi, Makinwa.

Al termine dell'allenamento, la squadra cenerà all'interno del centro sportivo, per poi ritrovarsi domani mattina per la prima delle due sedute della giornata (alle ore 10:00 e alle ore 15:00).