Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan: Che rammarico per quel pareggio!

Milan: Che rammarico per quel pareggio!TUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
venerdì 30 ottobre 2009, 07:222009
di Redazione TMW.
fonte di Stefano Donati per Telelombardia - www.qsvs.it

Se la partita fosse finita al novantesimo, se Abate non avesse commesso quell'ingenuità, se Nesta non si fosse infortunato adesso saremmo di fronte ad un Milan a soli 4 punti dall'Inter, nella scia della Juventus. Purtroppo però con i se e con i ma non si va da nessuna parte e così, dopo aver predicato il giusto approccio al match, Leonardo si ritrova a rimpiangere quei finali di partita in cui come a Verona, i rossoneri hanno ribaltato positivamente il risultata. E invece il Milan torna da Napoli con il rammarico di una vittoria letteralmente buttata via. Detto questo al Napoli va sicuramente riconosciuto il merito di aver lottata fino alla fine e di aver creato numerose occasioni da gol sventate solamente da un Dida tornato super. Il Milan non perde dallo scorso 23 settembre ma questo pareggio ha un retrogusto molto amaro.

I problemi, che non erano spariti d'incanto con le vittorie, sono riaffiorati al San Paolo. Vero che l'approccio alla gara è stato positivo, vero però che dopo i due gol il Milan ha iniziato a soffrire paurosamente, per colpa soprattutto di un tridente poco incline al sacrificio. Leo aveva chiesto a Dinho di accendere il fuoco ma il brasiliano si è dimostrato vivo solo in occasione del cambio, quando la spallata che non è riuscito a dare ai difensori partenopei per 60 minuti, l'ha rifilata al tecnico reo di averlo sostituito. C'è poi il fattore Nesta. Senza di lui, uscito per infortunio, la difesa balla paurosamente mentre Abate non è un giocatore da Milan, che Leo se ne faccia in fretta una ragione.