Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Panchine roventi

Panchine roventi TUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
lunedì 30 novembre 2009, 10:422009
di Gianluigi Longari

Panchine roventi atto secondo. Dopo il ribaltone della scorsa settimana, costato il posto a Walter Zenga, ci sono diverse altre situazioni in via di sviluppo, e che potrebbero fare da preludio a qualche esonero "illustre". La piazza più calda è senza dubbio quella di Roma. Biancoceleste ovviamente, quella giallorossa ha già dato. Ballardini è sempre più in difficoltà nel dare un gioco e soprattutto dei risultati ad una squadra che, comunque, non pare essere in linea con proclami ed aspettative di inizio stagione. L'ex tecnico del Palermo (forse uno dei pochi ad avere abbandonato sua sponte la barca del vulcanico Zamparini) ha quasi esaurito il bonus messogli a disposizione da Lotito (più per una questione di ingaggio, si mormora), ed in caso di sconfitta anche nel derby della prossima settimana, l'ambiente potrebbe surriscaldarsi tanto da rendere inevitabile il divorzio tra le due parti.
Acque meno agitate, ma nuvoloni all'orizzonte anche in casa Juventus. Ciro Ferrara non è ancora sulla graticola, ma la settimana di passione appena trascorsa, terminata con nessun punto e quattro gol sul groppone tra campionato e Champions ha sicuramente lasciato qualche strascico.

Facciano fede le continue frecciatine di Diego, che a cadenza regolare non le manda certo a dire al suo allenatore.
È sicuramente presto per addentrarsi in discorsi pericolosi riguardo a possibili successori, tuttavia una prestazione non all'altezza nella sfida con l'Inter della prossima settimana, e soprattutto un passo falso nello spareggio Champions contro il Bayern Monaco potrebbero far ripiombare l'argomento nella strettissima attualità.
Nel frattempo, chi ha cambiato non sta meglio. Il Palermo è passato dal pareggio nel derby col Catania alla sconfitta di Verona contro il Chievo, il Siena, invece, ha iniziato il nuovo corso Malesani rimanendo fedele alle statistiche che lo vogliono quasi sempre sconfitto, a prescindere da chi sieda in panchina.
Fanno da contraltare le situazioni di Roma, che ha sterzato positivamente dopo l'arrivo di Ranieri, e soprattutto Napoli: unica piazza ad avere tratto inequivocabile giovamento dal cambio di conduzione tecnica.
Quattro squadre, due situazioni opposte. A Lazio e Juventus l'incombenza di decidere da che parte stare, o magari, la volontà di tenersi stretto chi hanno ora...