Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Roma: Ferragosto tra mercato e polemiche pensando all'Europa

Roma: Ferragosto tra mercato e polemiche pensando all'EuropaTUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
sabato 15 agosto 2009, 08:562009
di Redazione TMW.
fonte di Matteo Pinci per ROMANEWS.EU

La Roma arriva al Ferragosto portando con sé tutti i dubbi di questa strana estate. Strana perché vissuta sul campo per preparare e affrontare il terzo turno preliminare di Europa League. Strana perché ha sancito il divorzio da uno dei migliori talenti cresciuti a Trigoria negli ultimi anni. Strana perché trascorsa in attesa di un rinforzo che, a nove giorni dalla prima giornata di campionato non è ancora arrivato. Proprio un anno fa, era la vigilia di Ferragosto, la Roma rendeva ufficiale l'arrivo a Trigoria di Julio Baptista, primo vero acquisto dopo la rinuncia forzata ad Adrian Mutu. Nove milioni più bonus per acquistare la Bestia brasiliana. Acquistare per vincere il motto di dodici mesi fa. Vendere per acquistare quello di oggi. Per sbloccare un mercato che, alla vigilia di Ferragosto, è ancora fermo al palo.

MERCATO - Prima di acquistare, dunque, bisognerà attendere un'altra cessione. Anche perché, gli obiettivi che la Roma aveva messo nel mirino, non sembrano raggiungibili con la formula del prestito, che consentirebbe di fare acquisti anche senza cessioni. Sempre più difficile arrivare ad Alvaro Negredo. Il Real, che in un primo momento sembrava disposto al prestito, è ora di tuttaltro avviso. Per far partire l'attaccante, richiestissimo, vuole soldi cash. Quelli che la Roma non ha. È Alejandro Camano, agente del giocatore, a far luce sulla situazione. "Il Real Madrid ha deciso di vendere il giocatore e non di darlo in prestito. Visto che per questo motivo l'opzione Roma al momento non è fattibile, stiamo lavorando in Inghilterra". Discorso simile per Nicolas Burdisso. Fernando Hidalgo, che rappresenta il centrale argentino dell'Inter, pur senza chiudere all'ipotesi giallorossa segnala a Romanews.eu come "il giocatore non si muoverà per una cessione a titolo temporaneo. E' una nostra scelta, non andremo in prestito". E allora, prima di acquistare sarà necessario vendere. In Spagna parlano di un Barcellona sulle tracce di Cicinho. Base della trattativa, 7 milioni. Per le novità, in entrata e in uscita, l'appuntamento è alla prossima settimana.

EUROPA LEAGUE - Intanto, nella giornata di oggi si era sparsa la voce, dopo indiscrezioni raccolte dalla stampa russa, di un accordo tra Spalletti e lo Zenit. Da subito. Voce durata lo spazio di poche ore, prima che società e tecnico calassero il sipario su una suggestione che, anche se per poco tempo, ha spaventato più di un tifoso. Nel frattempo, si continua a preparare lo spareggio di Europa League contro il Kosice. Anche oggi la squadra, dopo il test di ieri contro il Grosseto, si è radunata a Trigoria per un allenamento defaticante. Soltanto fisioterapia per Francesco Totti, dopo gli accertamenti di ieri pomeriggio che hanno evidenziato un sovraccarico dell'espansione quadricipitale alla coscia destra. Un'infiammazione che lo ha costretto a saltare l'amichevole toscana di ieri sera. Per sciogliere i dubbi sulla presenza del capitano contro gli slovacchi nel prossimo match di Europa League bisognerà attendere almeno fino a lunedì. Mexes, Andreolli e Baptista, assenti ieri, hanno svolto lavoro atletico. Ferragosto di riposo per la squadra. L'appuntamento è a domenica. Da quel momento, si penserà al Kosice.

POLEMICA - Nel frattempo, è arrivata la risposta del dottor Mario Brozzi alle dichiarazioni di Alberto Aquilani relative ai problemi con lo staff medico della Roma. "Mi rendo conto, ora che il modo in cui sono state fatte alcune cose in Italia, non è andato a mio favore - ha detto il mediano al Daily Mail -. Ad esempio, questo mio problema alla caviglia è stato inizialmente trascurato dalla Roma". E ancora: "Il problema è che il dottore cambiava sempre". Il medico- che ai tempi dell'infortunio alla caviglia era già un ex - ha voluto rispondere. "È strano come tutti gli anni Aquilani si faccia male e come tutti gli anni nessuno riesca a capire che cosa abbia. Spero in Inghilterra siano più fortunati. Alberto l'ho visto diventare ragazzino, spero di vederlo diventare uomo". Fonti vicine al giocatore hanno provato a stemperare la polemica, spiegando come in realtà Alberto avesse bisogno di uno specialista e non dei vari fisioterapisti che aveva a disposizione a Trigoria. Dibattito chiuso, quindi. Almeno fino a lunedì. Quando un altro Ferragosto sarà alle spalle.