Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Roma, Perrotta: "Quarto posto obiettivo minimo"

Roma, Perrotta: "Quarto posto obiettivo minimo"TUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
lunedì 30 novembre 2009, 15:432009
di Redazione TMW.
fonte Datasport.it
Il centrocampista: "Il mondiale? Non è un assillo. Deciderà il ct"

Il successo contro l'Atalanta gli stimoli della Roma, come conferma Simone Perrotta: "Vogliamo tornare in Champions" . Il centrocampista ha formato la rete del 2-1 di ieri sui bergamaschi: i giallorossi hanno conquistato tre punti fondamentali per la rincorsa all'Europa che conta, obbiettivo imprescindibile per una club che si autofinanzia. "Non è la prima volta che ci capita andare in svantaggio e poi vincere. Dà più soddisfazione, ma a volte ci piacerebbe andare in vantaggio e chiudere in vantaggio. L'obiettivo minimo è arrivare tra le prime quattro. La strada è ancora lunga. Abbiamo davanti diverse squadre - dice ai microfoni di Radio Radio -. Bisogna fare qualche risultato pieno consecutivo e tirare le somme. Da qui a Natale sarà un cammino importante il nostro".

Dopo un avvio difficile, le cose per i giallorossi stanno migliorando e anche la stagione di Perrotta sembra in crescendo. Un buon segnale anche in vista del Sudafrica. "Con Spalletti Perdevamo ma non facevamo male. A Genova grande partita, abbiamo perso per delle piccolezze. Anche con la Juve non abbiamo fatto male. Poi il mister ha preso questa decisione. Con Ranieri cambiando modo di giocare un po' di casino si crea. Ora abbiamo ritrovato giocatori che fanno la differenza e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Il Mondiale? Non è un assillo, voglio fare bene e dare una mano alla squadra. Dobbiamo per forza arrivare in Champions per ciò che rappresentiamo. Sarà il ct a tirare le somme. In tanti vorremmo esserci. Sarà lui a decidere". (Datasport.it)