Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Tiziano Crudeli: "Milan, attento a questo Cagliari"

Tiziano Crudeli: "Milan, attento a questo Cagliari"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
mercoledì 18 novembre 2009, 18:482009
di Redazione TMW.
fonte di Caludio Piredda per TUTTOCAGLIARI.NET
Esclusiva Tuttocagliari.net

In vista della gara di domenica tra Milan e Cagliari a San Siro, TuttoCagliari.net ha raggiunto ai suoi microfoni il giornalista e sostenitore rossonero Tiziano Crudeli. Con lui abbiamo analizzato il momento delle 2 squadre e ci ha raccontato qualche piccolo aneddoto che non tutti possono conoscere.
Signor Crudeli, da tifoso rossonero cosa si aspetta dalla gara di domenica?
"Prima di tutto attendo delle conferme. Sono convinto che sino a questo momento il Milan abbia fatto bene ma non benissimo, può fare meglio. I risultati portano sicuramente ottimismo nell'ambiente ma conoscendo il calcio ed analizzando le statistiche mi sono reso conto che i rossoneri concedono troppo all'avversario, soprattuto per quanto riguarda i tiri in porta. Il modulo dei rossoneri vede in fase difensiva due centrocampisti a supporto dei quattro difensori. Questi due uomini sono Pirlo ed Ambrosini, e sono costretti ad un lavoro immane, senza contare che la fase difensiva non è di certo il punto forte di Pirlo. Contro il Cagliari questo può essere un pericolo, vista la capacità dei sardi di sfruttare gli spazi."
Entrambe le squadre giungono da un momento più che positivo: il Milan è in serie positiva da sette giornate mentre il Cagliari ha ottenuto quattro vittorie consecutive.
"Esatto. Oltretutto c'è da dire che Marchetti è imbattuto da tre partite e ciò dimostra che la difesa è in salute. Allegri si sta dimostrando un ottimo allenatore, motivo in più per temere questo Cagliari."
A proposito di Allegri, il mister toscano è entrato nelle mire rossonere durante l'estate come uno di papabili alla successione di Ancelotti.
"Si Allegri è stato uno dei nome che sono circolati. Oltre lui si è parlato anche di Spalletti e Gasperini. La società rossonera sentiva il bisogno di cambiare e di puntare su un giovane. Alla fine ha prevalso la candidatura di Leonardo che conosceva al meglio l'ambiente.

Il brasiliano sino a questo momento a mio parere si è rivelato una scommessa vincente."
Nella squadra rossoblù ci sono giocatori cresciuti nel vivaio rossonero che cercheranno di fare bene domenica. Parlo di Matri, Astori e Marzoratti
"Sono tre giocatori ottimi e sicuramente daranno il tutto per tutto in una gara per loro speciale. C'è anche un piccolo aneddoto che riguarda Alessandro Matri: ai tempi delle giovanili del Milan, il ragazzo non era molto considerato e l'idea era quella di cederlo. Poi qualcuno si è puntato e si è deciso di mandarlo solo in prestito. Nelle squadre in cui è andato in prestito poi ha dimostrato tutto il suo valore e 2 anni fa arrivando a Cagliari ha trovato la "terra promessa". Alessandro è una bravissimo ragazzo ed un ottimo giocatore, lo dimostrano le quattro reti messe a segno finora in questa stagione. Spero solo che non ci faccia la classica "pera".."
Altro nome che lega le due squadre è quello di Federico Marchetti sul quale pare ci sia un opzione del Milan per la prossima stagione.
"Marchetti è un ottimo portiere ed i rossoneri lo tengono sotto osservazione. Poi buoni rapporti tra le due squadre potrebbero consentire una trattativa."
Chi possono essere gli uomini chiave della gara?
"Per il Cagliari avrei detto Cossu, perchè sono un patito di numeri 10 e credo che Andrea sia un ottimo elemento. Essendo squalificato però, dico Nenè. Il brasiliano è un ottimo attaccante e potrebbe fare la differenza come ha dimostrato nelle ultime apparizioni. Per il Milan non è facile fare un nome perchè ci son tante individualità che potrebbero fare la fdifferenza. Una su tutte di certo Ronaldinho, sino a questo momento capace di fare cinque assist fondamentali oltre che tante giocate.E' capace di rompere gli equilibri da un momento all'altro. Senza parlare di Pato che con la sua velocità può rivelarsi la spina nel fianco della retroguardia dei rossoblù."
Concludiamo con un pronostico
"Temo sicuramente il Cagliari perchè è una squadra che gioca bene. Inoltre mi sta molto simpatica ma di sicuro spero vinca il Milan!"