Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Udinese, Di Natale: "Viola? Per noi sarà una partita difficile"

Udinese, Di Natale: "Viola? Per noi sarà una partita difficile"TUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
venerdì 6 novembre 2009, 15:032009
di Redazione TMW.
fonte Ilfriuli.it/udineseblog

Numeri dieci. Oggi in conferenza stampa c'è Totò Di Natale che, a proposito della visita friulana di Zico, dice: "Negli anni di Zico ad Udine c'erano i migliori numeri dieci in Italia: lui, Platini, Maradona.. Spero di incontrarlo e di poterlo salutare: per me sarebbe un onore".

A proposito di grandi, Mencucci ha rivelato che la Fiorentina ti voleva quando tu scegliesti Udine:
"E' una storia vecchia, sono passati 5 anni, è una cosa chiusa".

In questa stagione sei partito forte:
"Non so nemmeno io come ho fatto a fare nove gol in dieci partite. Sono partito forte, quindi è normale unpò di calo poi. Spero di fare di nuovo belle partite".

La Fiorentina dovrà rinunciare a Mutu:
"E' un grande giocatore, ma la Fiorentina è pure una grande squadra. Il fatto che abbia giocato in Champions non ci agevola. Loro verranno qui per fare i tre punti".

E' uno scontro per la zona Champions?
"Loro lottano per la Champions. Per noi sarà una partita difficile, in cui cercheremo di fare risultato in casa. Noi dobbiamo guardare partita dopo partita".

Una partita comunque importante, vista la classifica:
"La classifica è corta. Se fai risultato ti trovi solo cinque o sei squadre davanti. Noi però non dobbiamo fare programmi".

Come ti sei trovato a fare la punta centrale?
"A Palermo ho fatto una grande partita: potevo segnare e ho preso il palo: meritavo il gol. Poi fisicamente non stavo bene".

Proprio come la Roma, la Fiorentina prima di venire a Udine si è messa a piangere:
"La Roma ha pianto e poi noi abbiamo vinto. Speriamo succeda così anche con la Fiorentina. Scherzi a parte, non mi interessa il loro pianto!"

Tutti questi infortuni, quanto penalizzeranno la squadra?
"Dispiace che ci siano degli infortunati, ma è vero che siamo un gruppo di qualità e non credo che la squadra sia in emergenza".

Se segni, dedichi il gol a Floro?
"Lo stimo tanto. Ha sofferto, è stato bravo a lavorare, è un grande attaccante. Tutti i giocatori della rosa sono bravi: dedicherei il gol a tutti loro".

Quali i punti persi per strada?
"Non quelli contro l'Atalanta, che contro di noi ha fatto una grande partita. Quelli però contro Inter e Palermo sono punti persi, meritavamo di più. Se avessimo un paio di quei punti, adesso sarebbe una bella differenza".

Speri di essere convocato in Nazionale, o meglio riposare?
"Non piace mai riposare in Nazionale. Se sarò chiamato farò come al solito del mio meglio".(ilfriuli.it/udineseblog)