Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Vibonese, Patania e Figliano contro gli altri soci

Vibonese, Patania e Figliano contro gli altri soci
venerdì 23 ottobre 2009, 21:292009
di Stefano Sica

Piove sul bagnato in casa Vibonese. Hanno fatto scalpore le dichiarazioni rilasciate alla stampa locale dal vice presidente del club, Francesco Patania, con le quali ha rivelato di aver avallato in sede di mercato scelte da lui non condivise, tra cui la conferma di Angelo Galfano sulla panchina rossoblu. Insomma, un j'accuse che non ha risparmiato soprattutto la gestione Caffo-Colistra, due dei cinque soci alla pari del sodalizio calabrese (Pippo Caffo è presidente). A prendere le difese di Patania ci ha pensato proprio Rino Figliano, uno dei soci del club ed anche lui vice presidente.

Quest'ultimo, oltre a confermare che la trattativa per l'ingresso in società dell'imprenditore Gino Spolitu era molto vicina a concretizzarsi in estate (600mila euro che avrebbero fatto respirare i conti societari), ha sostanzialmente ammesso di aver demandato ad altri la costruzione dell'organico, dopo aver inutilmente chiesto l'acquisto di due difensori di spessore. In sostanza, Figliano ha rivelato di non essere stato ascoltato abbastanza dai suoi collaboratori, auspicando, nel contempo, l'impegno di altri personaggi pronti ad investire nel club.