Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Bologna, Longo: "Britos dice di ricevere sempre telefonate da Napoli"

Bologna, Longo: "Britos dice di ricevere sempre telefonate da Napoli"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 6 dicembre 2010, 17:102010
di Vincenzo Vitiello

Carmine Longo, direttore sportivo del Bologna è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Longo, nel corso dell'intervista, ha parlato dell'interesse del Napoli per Miguel Ángel Britos Cabrera (classe 1985), calciatore uruguaiano e difensore della squadra felsinea. Il d.s riferisce che questa estate il Bologna ha rifiutato 4.5 milioni di euro, dal Napoli, per la metà del calciatore. Avendo Longo ricevuto offerte di ben dieci milioni di euro per il giocatore, si presuppone che il Bologna richieda una cifra molto elevata per cedere il difensore:

"Siamo riusciti a tenere lontano altri problemi, certo la vittoria a Cesena è stata importante ma abbiamo bisogno di un pò d'ossigeno in società -afferma Longo- Sabatini? La società nel giro di sette giorni risolverà i suoi problemi. Britos al Napoli? abbiamo richieste anche da Inghilterra e Spagna, i mancini sono pochi. Se si contengono i nostri problemi, per me può essere ceduto solo a giugno, altrimenti non potremmo monetizzare. Mi dispiace, poi, che si continui a chiamare il giocatore ed il suo procuratore. Lui dice di ricevere sempre telefonate da Napoli, da parte di intermediari. Quanto lo valuto? Quest'estate abbiamo rifiutato 4.5 milioni di euro per la metà da parte del Napoli, c'è chi offre più di 10 milioni di euro e non fa le scorrettezze che provengono dalla città in cui sono nato. Il calciatore comunque ha un contratto con il Bologna. Abbiamo avuto un punto di penalizzazione, ne rischiamo altri due. Se perdiamo la serie A, saremo al disastro, dunque a gennaio non cediamo nessuno, a meno che non riusciamo ad ottenere altre tre, quattro vittorie consecutive, in tal caso potremmo anche accontentare Britos. Dobbiamo ripianare solo otto milioni di euro di debiti, non cinquanta. Porcedda? Nella sua attività ha avuto un "disguido" di 250 milioni di euro, ha messo a disposizione il pacchetto azionario della società. Non sto dicendo no al Napoli, sto facendo il bene del Bologna. Prima pensiamo a mantenere la serie A, poi affrontiamo il discorso Britos".