Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Carlo Nesti: "Milan, che peccato!"

Carlo Nesti: "Milan, che peccato!"TUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Fornasari
mercoledì 17 febbraio 2010, 07:212010
di Redazione TMW.
fonte di Carlo Nesti per Carlonesti.it

Che peccato!
Sì, perché, nel momento in cui si affronta una squadra, come il Manchester United, superiore sul piano dell'organizzazione, costruire almeno 6 nitide palle-gol significa giocare alla grande. E il Milan, almeno nel primo tempo, ha rischiato di realizzare il capolavoro, potendo segnare non una, ma 3 reti. La formazione di Leonardo, che ha avuto in Ronaldinho un giocoliere spesso incontenibile, si è scontrata con il suo Dna: organico molto tecnico, e, proprio per questo, soggetto a cali di tensione. Rooney, sempre più forte, ha trascitato un Manchester United spietato nel castigare gli svarioni altrui, "Didate" comprese. A Manchester, il Milan segnerà 2 gol, ma ne incasserà (temo) almeno uno.