Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Catania, Lo Monaco: "Bisogna cancellare questo momento nero"

Catania, Lo Monaco: "Bisogna cancellare questo momento nero"TUTTO mercato WEB
© foto di Carmelo Imbesi/Image Sport
martedì 14 dicembre 2010, 20:142010
di Daiana Di Nuzzo

Zittisce Terlizzi, protegge Giampaolo, redarguisce i giornalisti. E' un fiume in piena Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania. La brutta sconfitta rimediata a Cagliari ha prodotto l'immediato silenzio stampa della formazione etnea, attesa domenica dal delicato impegno casalingo con il Brescia.
Parla Lo Monaco e non usa certo giri di parole. Nel mirino del dirigente rossazzurro c'é, innanzitutto, Cristian Terlizzi, reo di aver criticato il modulo adottato domenica scorsa contro i sardi. "Da noi - dice il dirigente del Catania - nessuno si é mai permesso in maniera così sfacciata di addebitare un risultato negativo a determinate situazioni tattiche. Le dichiarazioni di Terlizzi non fanno testo, prima di parlare dovrebbe farsi un bell'esame di coscienza sui tre anni passati qui. Se vuole esprimere un'opinione, lo faccia all'interno dello spogliatoio. Prenderemo i provvedimenti necessari per evitare che certi casi si ripetano. Il silenzio stampa nasce da casi come questo. Si vede che c'é poca lucidità nel commentare una sconfitta come quella di Cagliari".


"Perché siamo andati così male domenica scorsa? Purtroppo abbiamo a che fare con qualche cerebroleso - spiega l'ad degli etnei - ci sono giocatori che credono a tutto quello che vedono e sentono quando si parla di mercato. Non se ne può più di certe fandonie, solo Izco può pensare davvero di poter andare alla Roma. Inoltre, l'ambiente che circonda la squadra in questo momento è surreale: abbiamo avuto un calo drastico degli abbonati, contro la Juventus il pubblico ha cominciato a fischiarci dopo 12 minuti".
Resta il dato della pessima prestazione di due giorni fa e di una classifica che ha visto il Catania perdere pericolosamente terreno. "La partita di Cagliari - osserva Lo Monaco - è una pagina nera nella nostra storia calcistica. Sino all'incontro con la Juventus, al di là dei tre gol incassati, la squadra è andata bene, quella in Sardegna è stata invece una gara incommentabile. Domenica siamo andati troppo male, ma questo è un gruppo che ha mostrato di avere gli attributi e sono certo che reagirà già contro il Brescia. Saremo assatanati, se i nostri prossimi avversari pensano di trovare un avversario in crisi si sbagliano di grosso".
Qualche voce sulla panchina di Giampaolo, la cui posizione sarebbe ora meno salda, ha cominciato a circolare, ma Lo Monaco é perentorio: "Sul tecnico non rispondiamo nemmeno: è il nostro allenatore - sottolinea l'ad del Catania - lo supportiamo con ogni mezzo, non è in discussione. L'unica cosa su cui dobbiamo lavorare è la testa dei nostri giocatori: troppi di loro si convinti di poter ambire al Bayern o al Real Madrid.
Questo non è un atteggiamento da Catania, nessuno se lo può permettere".