Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Beltrami

...con BeltramiTUTTO mercato WEB
© foto di Alessandro Beltrami
venerdì 24 dicembre 2010, 00:002010
di Alessio Alaimo
"Sarà un mercato divertente, vi presento alcuni svizzeri. Dispiaciuto per le parole di Zamparini. Quando Bisoli a Sportitalia mi disse..."

A Tuttomercatoweb Alessandro Beltrami, agente tra gli altri di Valon Behrami e Radja Nainggolan, si pronuncia sul calciomercato che verrà. Inevitabile chiedere all'esperto procuratore che cura gli interessi di molti calciatori svizzeri, il futuro dell'ex Lazio in forza al West Ham, accostato a più riprese alla Roma. Non manca inoltre, da parte di Beltrami, una risposta al presidente del Palermo Maurizio Zamparini in merito alle dichiarazioni rilasciate giorni fa.

Beltrami, il mercato si avvicina: cosa si aspetta?
"Penso che sarà un mercato divertente. Essendo un campionato aperto sia per le zone alte che per quelle basse dove a parte il Bari che ha un po' di ritardo rispetto alle altre c'è grande bagarre, mi aspetto qualche cambiamento un po' da tutte le squadre".

Chi ha bisogno di intervenire, più di tutti, sul mercato?
"Se pensiamo alle squadre attualmente al vertice, il Milan ha già preso Cassano e quindi probabilmente opterà per qualche uscita, poi potrebbe pensare ad un trequartista o ad una mezzala; la Juventus visto che sta facendo giocare qualche giovane credo che valuterà i tempi di recupero di alcuni infortunati e poi andrà a completare la rosa probabilmente sulle corsie laterali; il Napoli proverà ad inserire nuovi elementi per creare alternative a qualche titolare, mentre la Lazio starà alla finestra. Inter e Roma faranno certamente qualche cosa per cercare di tornare in corsa per vincere il campionato. Mentre per i club attualmente in fondo alla classifica mi aspetto movimenti da parte del Brescia e del Lecce, ma soprattutto da Bari e Cesena".

A proposito di corsie laterali: quale futuro per Valon Behrami?
"Valon arriva da qualche settimana di stop in cui ha dovuto recuperare un lieve infortunio. Nelle precedenti apparizioni ha fatto buonissime partite segnando nel mese di novembre due gol, poi recentemente ha saltato il match contro il City a causa di un'influenza.
Adesso ci sono tre impegni in cui Valon cercherà di dare il proprio contributo al West Ham che ha bisogno di punti per risalire la classifica. Poi il tre gennaio aprirà il calciomercato, il giocatore è sotto contratto con il West Ham e chiunque lo voglia deve parlare con il club inglese. L'apertura del mercato sarà comunque un'occasione per fare il punto della situazione con il West Ham ed eventualmente parlare con le squadre, italiane e non, interessate al giocatore".

Come risponde alle dichiarazioni di Zamparini, il quale avrebbe detto che le voci che accostano Behrami al Palermo sono messe in giro dall'entourage del giocatore?
"Non mi piace parlare di persone che non conosco personalmente, perché poi magari ti trovi ad esternare delle cose che non sono veritiere, però vedendo il Presidente Zamparini in televisione e leggendo le sue interviste, mi sento di dire che oltre ad essere una persona competente é fortemente innamorato del calcio e del suo Palermo. Probabilmente con queste dichiarazioni ha voluto difendere la sua creatura, mi dispiace solo che abbia pensato ciò. Probabilmente le sue dichiarazioni nascono dal fatto che non mi conosce personalmente. Mi fa comunque piacere che apprezzi Valon e devo anche dire che sono d'accordo con lui quando dice che il calciatore non gli interessa, in quanto considero molto forte il centrocampo del Palermo, anche in virtù dell'acquisto di Kurtic e delle buone alternative di cui dispone, come per esempio Kasami. Per tornare al fatto che utilizzerei la stampa per mettere in giro certe voci, se così fosse non uscirebbero determinati articoli in cui si dice che il mio assistito vuole a tutti i costi il posto da titolare, un posto che si è sempre guadagnato lavorando e mai a parole. Non voglio neppure commentare certi articoli che escono sui giornali..."

Il suo assistito in forza al Cagliari, Radja Nainggolan, è una delle piacevoli sorprese del campionato.
"Radja è un giocatore che ha qualità tecniche e fisiche importanti. Il Cagliari, Bisoli e compagni, sono stati determinanti nella sua crescita che è proseguita anche con Donadoni. Il giocatore è in compartecipazione tra Cagliari e Piacenza e sia io che il mio assistito abbiamo un ottimo rapporto con la società sarda che riteniamo essere l'ideale per la crescita di un ragazzo. A Cagliari c'è anche il campione del mondo under 17 Martignoni, che ha già esordito in prima squadra ,un'altra dimostrazione di come il club sardo sia bravo a far crescere i giovani, e come sia attenta al mercato visto che in estate bruciò la concorrenza di altre squadre svizzere ed europee. Lasciamo crescere Radja con tranquillità, il Cagliari è forte, ci sono calciatori di grande valore e quindi tutti i presupposti per continuare ad imparare e cercare di migliorare partita dopo partita".

Si aspettava l'esonero di Bisoli?
"Non vivendo la quotidianità di una società non si può né aspettarsi e né commentare l'esonero di un tecnico. Posso solo dire di aver conosciuto Bisoli e oltre ad essere un ottimo allenatore è una persona straordinaria e preparata, ricordo che nel mese di giugno ci incontrammo a Milano, negli studi di Sportitalia e mi disse di aver visto dei dvd di Nainggolan con la nazionale belga under 21 dove Radja giocava da regista davanti alla difesa e mi disse che lo avrebbe provato anche in quel ruolo. Conosco anche Donadoni che è stato il primo allenatore di Behrami al Genoa, dando subito fiducia a Valon appena diciottenne e alla prima esperienza da professionista. Ritengo Donadoni un tecnico molto preparato: per lui parla il curriculum sia da calciatore che da allenatore".

Chi è la sorpresa del campionato, fin adesso?
"Il Napoli sta facendo un campionato importante, così come la Lazio. Tra le piccole invece il Cesena mostrando un ottimo calcio è riuscita a rimanere legata al gruppo nonostante all'inizio del torneo era considerato un serio candidato alla retrocessione, quindi complimenti a Ficcadenti e ai suoi calciatori. Inoltre sono contento che lo svizzero Von Bergen stia dando il suo contributo.
Sono soddisfatto in generale del rendimento di tutti gli svizzeri, sia quelli già presenti nel nostro campionato sia nuovi arrivati come Fernandes del Chievo, Kasami del Palermo e come detto il calciatore del Cesena".

Lei è molto attento al calcio svizzero: quali calciatori ritiene pronti per giungere in Italia?
"Del Basilea e quindi di Shaqiri e Stocker abbiamo già parlato diverse volte, questa volta parlo dello Young Boys che grazie al buon lavoro del suo tecnico Petkovic ha superato il turno di Europa Cup ed è riuscita a valorizzare i giovani calciatori come Hochstrasser (88) e Affolter (91) che sono atleti di sicuro avvenire. Entrambi disputeranno gli europei under '21 a giugno e sono molto seguiti anche in Italia. E' possibile che Hochstrasser trovi una situazione a gennaio. Inoltre, sempre nello Young Boys, si stanno mettendo in mostra il centrocampista Doubai (88) e l'attaccante Mayuka (90), purtroppo però sono entrambi extracomunitari".

Hochstrasser lo accostano al Palermo: è pronto per il grande salto?
"Quando si arriva dalla Svizzera serve sempre un periodo per adattarsi perché ci sono tante differenze. Arrivare ed emergere subito è difficile per tutti. Non entro nello specifico, ma credo che Hochstrasser possa fare bene in una squadra di serie A, però gli occorrerebbe un determinato periodo di adattamento".