Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con il derby ligure

...con il derby ligureTUTTO mercato WEB
© foto di Gerolamo Calcagno
domenica 19 dicembre 2010, 00:002010
di Alessio Alaimo
LA PAROLA AGLI EX DI TURNO

Fabio Bazzani per la Samp e Gennaro Ruotolo per il Genoa, a Tuttomercatoweb si pronunciano sul big match di questa sera che vede le due formazioni affrontarsi per la diciassettesima giornata di campionato.

FABIO BAZZANI

Bazzani, qual è il ricordo più bello che conserva della sua esperienza alla Sampdoria?
"Il campionato vinto in serie B e i tre derby in un anno".

Che partita si aspetta?
"Ci sarà grande agonismo, vincerà chi sbaglierà meno. In queste partite ci vogliono carattere e personalità. Decideranno gli episodi e le motivazioni. Uscire dal derby con una sconfitta, per entrambe, non sarebbe il massimo. Sarebbe pericoloso per entrambe. Non puoi decifrare questa partita, è talmente sentita che la differenza la fanno le motivazioni e gli episodi".

La Sampdoria non attraversa un bel momento: dal caso Cassano all'addio di Gasparin.
"Qualche problema c'è in tutte le società. Alla Sampdoria di solito si vedono acque tranquille, però magari le dimissioni di Gasparin sono legate al caso Cassano, non lo so. In ogni caso penso che la squadra non si farà distrarre da questa situazione perché la partita va al di là di tutto. Il risultato è troppo importante".

Cassano dovrebbe approdare al Milan: quanto sarà utile ai rossoneri?
"Le doti tecniche non si discutono. E' un giocatore che se va con la testa giusta, ma al Milan devi andarci per forza così, può essere il valore aggiunto. Va a giocare con altri campioni e può dare un apporto in più esaltando il suo valore, perché il giocatore bravo quando va a giocare con quelli bravi si esalta ancora di più".

Il suo pronostico?
"Tifo Samp, quindi dico che vincerà la Samp. Però sono consapevole del fatto che la partita non è facile e che il Genoa ha giocatori molto pericolosi. E' l'ultima di Natale, un derby, la partita più sentita. Penso e spero che la Sampdoria comunque riuscirà a spuntarla".

- - - - -

GENNARO RUOTOLO

Ruotolo, qual è il ricordo più bello che conserva della sua esperienza al Genoa?
"Il Genoa ha segnato tanti momenti bellissimi della mia vita. Ricordo la settimana pre derby e il clima che si respirava in città, per non parlare dei derby vinti contro la Sampdoria. L'episodio più bello che ricordo è legato al gol siglato contro i blucerchiati dopo un minuto di gara, una cosa che non mi sarei mai aspettato".

Che partita si aspetta?
"E' una partita che fa storia a sé. Questa gara si gioca a parte, ha un grande fascino. E' una partita bella da vedere ma allo stesso tempo sarà sentita, vissuta da tutti. Dà una carica straordinaria e può succedere di tutto. A decidere le sorti sarà il collettivo, in queste partite la differenza la fa il gruppo, la squadra. Questo match può dare tantissimo ad una o all'altra compagine".

Si aspettava l'esonero di Gasperini?
"In questo mondo non c'è da meravigliarsi di nulla. Può succedere tutto. Con Gasperini il Genoa giocava bene, però quando non arrivano i risultati succedono queste cose. Lui ha dato tanto al Grifone, però queste cose vanno accettate".

Sulla panchina del Genoa adesso c'è Ballardini. I numeri dicono che fin adesso l'allenatore ravennate ha fatto bene solo quando ha preso le squadre in corsa e non quando inizia il campionato.
"Ancora al Genoa Ballardini deve dimostrare perché la squadra con lui ha giocato poche partite. Non so cosa trasmette alla squadra, magari in un anno succede una cosa e in un altro un'altra cosa ancora. Uno che fa l'allenatore crede in quello che fa e trasferisce alla squadra".

Il suo pronostico sulla partita?
"Può succedere di tutto. Io ovviamente tifo Genoa (sorride,ndr)".