Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Perinetti

...con PerinettiTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
domenica 26 dicembre 2010, 00:002010
di Alessio Alaimo
"Giaccherini il mio rimpianto estivo. Per gennaio serve un difensore destro. Lazio la sorpresa, Fiorentina la delusione. Buon anno a tutti i tifosi, al 2011 chiedo la serie A"

Da Bari a Siena con la stessa missione: restituire entusiasmo. Giorgio Perinetti, direttore sportivo del club toscano, a Tuttomercatoweb traccia un bilancio del suo 2010, pronunciandosi sul campionato di serie A e infine rivolge gli auguri di buon anno nuovo ai suoi numerosi tifosi.

Perinetti, da Bari a Siena: come reputa il suo 2010?
"Dal punto di vista personale è stato un anno abbastanza positivo. Il 2010 ha portato il Bari in una zona tranquilla di classifica, poi sono passato al Siena dove ho cercato di ricostruire un ambiente depresso dalla retrocessione. Siamo ripartiti con tutte le difficoltà del caso, ci troviamo dispiaciuti per aver perso la seconda posizione, ma comunque siamo in lotta per la serie A e tutto sommato è fin qui un anno positivo".

Che calciomercato si aspetta in vista di gennaio?
"Di solito è difficile, durante questa sessione, trovare elementi incisivi. Il Milan ha preso Cassano, quindi penso che sulla scia di questo colpo alcune società cercheranno di fare colpi del genere, ovvero l'Inter, la Juventus e la Lazio che potrebbe dare a Reja più pedine in grado di lottare per traguardi prestigiosi".

Ha qualche rimpianto legato allo scorso mercato del Siena?
"Avevo seguito Giaccherini ma prima non è voluto venire lui e poi non c'è stata la disponibilità del Cesena. Sarebbe stato un giocatore adatto agli schemi di Conte, però non tutto è possibile, quindi alla fine sono contento così".

A gennaio sfoltirete la rosa: a parte Paolucci chi andrà via?
"Per quanto riguarda Paolucci mi auguro di dargli una possibilità a gennaio, a lui come ad altri giocatori. Nella rosa siamo tanti, in entrata vedremo se ci sarà qualcosa da fare, ma non abbiamo in mente un mercato stravolgente, bensì correttivo. Poi c'è qualche ragazzo come Pettinari e forse un centrocampista da collocare. Vedremo".

Dove interverrete?
"Abbiamo necessità di un difensore destro perché abbiamo solo Vitiello e quando manca abbiamo difficoltà nella sua sostituzione".

Il difensore destro potrebbe essere Matteo Darmian del Palermo?
"Non ne abbiamo parlato con Conte, ma è un giocatore con le caratteristiche giuste, ovvero un calciatore che sia più difensore e menopropositivo nel gioco. Darmian ha queste caratteristiche, ma non ne abbiamo parlato".

In serie A chi considera sorpresa e delusione del campionato?
"La sorpresa è questa Lazio così convincente in termini di continuità. Per quanto riguarda le delusioni la Fiorentina che è sottotono e poi c'è stato un avvio difficile del Bari, condizionato da tante assenze".

Cosa manca a squadre come Palermo, Lazio o Fiorentina per fare il salto di qualità?
"Mantenere il vertice non è facile, fa parte del dna delle grandi. Il Palermo è giovane, la Lazio sotto certi aspetti non ha ancora determinate caratteristiche così come con la Fiorentina che negli anni scorsi ha centrato diverse quarte posizioni".

Vuole lanciare un messaggio di auguri ai suoi - tanti - tifosi?
"Ricordo tutti con affetto, non so quanto mi ricordino bene loro ma conservo affetto per tutte le tifoserie in cui sono stato perché ho condiviso tutto. Auguro buon anno nuovo ai miei tifosi, quelli del Siena, così come quelli di Bari, Roma e in particolare Palermo dove i sentimenti si confondono anche con quelli personali. Quindi un augurio speciale ai tifosi rosanero".

Cosa chiede al 2011?
"Le soddisfazioni di squadra e personali viaggiano insieme, mi auguro di risalire in serie A con il Siena. Poi dopo aver centrato questo obiettivo lavoreremo sul futuro".