Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Corioni: "Milan, Inter e Juve rifiutarono Hamsik"

Corioni: "Milan, Inter e Juve rifiutarono Hamsik"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
sabato 13 febbraio 2010, 17:242010
di Antonio Gaito

Marek Hamsik è ormai una delle stelle del campionato di serie A e quest'anno, dopo aver trascinato la Slovacchia ai mondiali, è entrato anche in lizza per un posto nella top 11 del sito internet dell'Uefa. Sono tanti gli osservatori che le big d'Europa da ormai due anni mandano al San Paolo per monitorarlo gara dopo gara, ma De Laurentiis più volte l'ha dichiarato incedibile a meno di una offerta davvero clamorosa. A vederci lungo fu Pierpaolo Marino, a differenza dei dirigenti di Milan, Inter e Juve che mostrarono poco interesse quell'estate del 2007, quando il Brescia decise di vendere lo slovacco. Questo è quanto rivela il presidente del Brescia, Gino Corioni, in un'intervista a Tutto Sport: "Avevo offerto Hamsik, nel 2007, a tre club: Milan, Inter e Juve, ma non lo vollero. E' la prova che tanti addetti ai lavori non capiscono di calcio. I club italiani, poi, credono che un giocatore sia bravo solo se gioca nel Real Madrid. L'unico a investire sui giovani è Pozzo, che è anche l'unico a guadagnare con il calcio.

Hamsik non è un fenomeno nel dribbling o nel colpo di testa, non è un razzo, non è un gigante, non è un mostro di tecnica. Dunque può sembrare un giocatore normale. Invece sa fare bene tutte queste cose ed ha un grande senso dell'inserimento. Lo slovacco ha 22 anni. A quell'età, un giocatore è soggetto a dei cali. Un grande club potrebbe approfittarne per prenderlo a un prezzo scontato. Il problema è che un club ha offerto 30 milioni a De Laurentiis e lui ha risposto: non lo cedo neanche per 40"