Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

ESCLUSIVA TMW - Bergomi: "Mou sa quello che fa, e col Chelsea..."

ESCLUSIVA TMW - Bergomi: "Mou sa quello che fa, e col Chelsea..."TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 22 febbraio 2010, 17:302010
di Matteo Magrini

Sulle prime pagine dei giornali, in televisione. Sempre e solo lui. Jose Mourinho. Dall'attacco frontale ai colleghi di venerdì pomeriggio al gesto delle manette. Lo Special One sembra non volersi fermare più e prosegue dritto nella sua battaglia contro tutto e tutti. Ma cosa c'è dietro questo atteggiamento? Sarà un altro tentativo di tenere al "sicuro" il sup gruppo? E l'Inter, può battere il Chelsea? Tutte domande alle quali, in esclusiva a Tuttomercatoweb.com, ha risposto Beppe Bergomi, uno che la realtà nerazzurra la conosce bene, avendone scritto pagine indelebili di storia.

Bergomi, ha sentito le dichiarazioni di Moratti? Il Presidente nerazzurro ha spiegato il perchè del silenzio stampa e ha intepretato il gesto delle manette di Mourinho come un "Vogliono fermarmi". Cosa ne pensa?
"Il silenzio stampa in quel momento è stata una scelta perfetta, assolutamente. A caldo potevano venir fuori dichiarazioni di ogni tipo e probabilmente fuori luogo. Per quanto riguarda il gesto delle manette io aspetterei che sia Mourinho a spiegare cosa volesse dire perchè io sinceramente non l'ho capito. Può essere un'interprtazione corretta quella del presidente ma io aspetterei"

Parliamo di Mourinho. Non sta un po' esagerando ultimamente? Certe sue uscite sembrano veramente eccessive
"Guardi, Mourinho è un uomo molto intelligente, ma molto. Ogni cosa che dice o che fa è studiata e anche in questo caso prima di dire o di fare quello che ha fatto c'avrà pensato su a fondo. Lui sa quello che fa, è sempre lucido. Certo che certe uscite, soprattutto venerdì pomeriggio in sala stampa, sono state un po' esagerate"

Proprio perchè pensa e studia tutto quello che poi fa, cosa c'è secondo lei dietro questi atteggiamenti?
"Non lo so cosa abbia in mente. Probabilmente ha bisogno di compattare la squadra, di unire il gruppo. Forse anche di farlo sentire da solo contro tutti. E' un modo per caricare i giocatori, per tenerli sempre vivi e sul pezzo, come si dice"

Ma perchè questo? Ha paura di perdere il campionato?
"No. Proprio perchè in campionato si sentono nettamente più forti magari si fanno venire in testa qualche pensiero strano. L'importante però è che Mourinho non innervosisca la squadra. Va bene caricarla, tenerla viva, ma tenendola tranquilla perchè se si innervosisce poi rischia di non vincere le partite come è successo sabato sera con la Sampdoria"

Non è che Mourinho fa così per concentrare tutta l'attenzione su di lui, evitando che si parli troppo della sfida col Chelsea? La Champions è l'appuntamento al quale tutti aspettano l'Inter, e forse il portoghese vuole "proteggere" i suoi
"Può essere, assolutamente. Jose può aver scatenato queste polemiche così tutti parlano di lui e del gesto senza dare troppo peso alla gara tra Inter e Chelsea anche se in realtà tutti sanno l'importanza di questa sfida"

Ecco, a proposito di questa sfida. Che fa l'Inter, se la gioca alla pari?
"Si, assolutamente. Io ci credo. L'Inter è una squadra forte, che se la può giocare con tutte le squadre d'Europa. Devono solo liberarsi da questo peso che li accompagna in Champions League. In questa competizione intervengono mille fattori. Lo stato di forma, le squalifiche, gli infortuni ma la dimensione del valore di una squadra la da il campionato. E l'Inter ripeto, è forte. Se la può giocare non solo col Chelsea, ma con tutte"

QUindi può vincere la Champions?
"Per vincere l'ho detto prima, entrano in gioco tanti fattori. Ma come valore assoluto si. Questa squadra non è inferiore a nessuno"

© Riproduzione riservata