Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Nesti Channel - Juventus: Sissoko-Johnson si può fare

Nesti Channel - Juventus: Sissoko-Johnson si può fareTUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
lunedì 13 dicembre 2010, 08:362010
di Redazione TMW.
fonte di Alvise Cagnazzo per carlonesti.it
Glen McLeod Johnson (Londra, 23 agosto 1984) è un calciatore inglese, difensore destro del Liverpool e della Nazionale inglese.

La notizia è di quelle in grado di far apparire la temporanea finestra invernale del mercato interessante come quanto quella estiva, storicamente più lunga e foriera di grandi colpi. Al momento, ad ormai pochi giorni dall'inizio della campagna di riparazione, l'unica certezza è che Sissoko non farà più parte dell'organico bianconero qualora, in Corso Galileo Ferraris, pervenisse un'offerta particolarmente vantaggiosa. I circa otto milioni promessi dall'Aston Villa di Houllier, al momento, costi-tuiscono un buon margine operativo per racimolare denaro a sufficienza da reinvestire immediatamente. Così come le avances del Wolfsburg, sempre attratto dai giocatori considerati in esubero dai bianconeri nonostante il recente, ed assai costoso, flop dell'operazione Diego, qualora il bilancio lo richiedesse, potrebbero presto trasformarsi nell'ennesima operazione ponte fra le due società presieduta dai rampolli della principale casa automobilistica tedesca, la Wolkswagen, e quella italiana, la Fiat.

In attesa di una svolta decisiva per le sorti di una stagione, quella bianconera, decisiva per stagliare all'orizzonte gli obiettivi delle prossime stagioni, a solleticare la fantasia, già di per sé fervida, del direttore generale Marotta è la possibilità di uno scambio fra Sissoko e Johnson. Entrambi avrebbero infatti espresso la volontà di dare una svolta alla propria carriera, seppur per motivi assai diversi, legati a beghe contrattuali per il laterale inglese ed a esigenze di maggiore impiego per il mediano maliano. Se per Sissoko si tratterebbe sostanzialmente di un ritorno a casa, per Johnson la soluzione Juventus garantirebbe sia una maggiore visibilità agli occhi di un commissario tecnico che proprio sulla panchina bianconera ha conquistato due scudetti sul campo, Fabio Capello, sia un sostanzioso aumento di ingaggio. A corredo di una pressoché matematica certezza di impiego su di una corsia, quella destra, al momento occupata con costanza di rendimento solo dal danese Sorensen, prossimo al riscatto dagli scandinavi del Lyngby.

Le due rate ancora da saldare per il trasferimento di Poulsen alla corte di Hodgson rappresenterebbero un ulteriore sgravio economico per il Liverpool, che riuscirebbe così a riottenere il cartellino di Sissoko in una sorta di scambio alla pari. Anche grazie a plusvalenze derivanti dal decadimento di almeno una delle due rate ancora in essere per l'acquisto del biondo centrocampista, ennesimo flop di un'annata da dimenticare. La delineazione della trattativa, costosa a livello contabile ma perfettamente compatibile con la liquidità a disposizione dei bianconeri, andrebbe così a tappare la falla sulla corsia destra originata dai continui infortuni di Grygera e dalle mediocrità assortite di Motta, sul quale non vi sarebbero più certezze in merito al riscatto in programma a fine stagione.

La partenza di Sissoko, ritenuta doverosa sia alla luce della definitiva consacrazione di Marchisio, sia alla grande crescita dei titolari inamovibili Aquilani e Felipe Melo, non verrebbe però compensata dall'innesto di un nuovo centrocampista, anche in ragione dell'eliminazione dalla Coppa Italia e dall'infinita riserva di talenti presenti in "Primavera". In tal modo, il quarto uomo della linea mediana verrebbe di volta in volta cooptato, a seconda delle necessità e delle esigenze, dalla ricca fucina di talenti allenati da Bucaro, come peraltro recentemente accaduto al promettente Giandonato. E se, come accaduto per Sorensen, il giovane talento dovesse convincere Del Neri...