Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter, Mourinho non è contento: "Sempre all'attacco"

Inter, Mourinho non è contento: "Sempre all'attacco"TUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
giovedì 25 febbraio 2010, 19:252010
di Redazione TMW

L'Inter si aggrappa a Materazzi, ma anche ad un certo Lucio, che contro il Chelsea, senza nulla togliere ai compagni di squadra, è stato un vero monumento in campo, con una prestazione da finale di Champions.
L'italiano questa mattina, ha ripreso ad allenarsi parzialmente in gruppo, tuttavia c'é ottimismo sul suo recupero per la trasferta contro l'Udinese, dove mancheranno gli squalificati Cordoba e Samuel, più l'infortunato Chivu. Il romeno sta bruciando le tappe in vista di un rientro sui campi di gioco che qualcuno aveva addirittura escluso, dopo il tremendo incidente di gioco avvenuto contro il Chievo, nel contrasto aereo con Pellissier.
Chi non può sorridere invece è Davide Santon, che oggi si é allenato a parte e sta seguendo un programma di recupero specifico per risolvere in maniera definitiva il problema che il ginocchio si gonfia ad ogni sollecitazione di un certo tipo.
Bisogna pensare all'Udinese che col rientro di Marino sulla panchina sembra aver ritrovato gli stimoli giusti. Per le sentenze del giudice sportivo, Mourinho avrà gli uomini contati, ecco perché oggi ha aggregato alla prima squadra due giovani della Primavera (Caldirola e Donati ).
In queste ore lo 'Special One', sta valutando attentamente le condizioni dei suoi giocatori, alcuni dei quali affaticati dopo le tante gare di questo ultimo periodo travagliato.

Ecco perché Milito e Cambiasso potrebbero rifiatare partendo dalla panchina.
Pandev e Mariga potrebbero partire dal primo minuto così come Balotelli, che ormai ha smaltito il fastidio al piede.
A proposito di fastidio, le polemiche del campionato non sono ancora archiviate: il mancato rigore concesso alla Fiorentina e la vittoria strappata in extremis dai rossoneri ha scatenato Mourinho, che nel dopo partita di Inter-Chelsea è tornato alla carica, parlando di Calciopoli e della "vergogna" da lui provata "per aver dato da mangiare alla mia famiglia con il calcio". "L'Italia non mi cambierà, sono arrivato onesto e andrò via onesto", la frase ripetuta più volte dal portoghese, a sottolineare ancora una volta come si senta un estraneo in un campionato che deve farsi perdonare ancora molto.
Oggi il vicepresidente dell'Inter Angelo Mario Moratti ha preferito non rincarare la dose ma ha voluto puntualizzare: "Meglio non fare commenti su quanto avviene su altri campi, spero si abbassino non solo i toni verbali di reazione, ma anche certe prese di posizione che vengono da altre parti". Moratti junior sposa in toto la linea societaria dell'Inter ed in merito ai provvedimenti del giudice sportivo aggiunge che "squalifiche così, fatte alla vigilia di una sfida importante come quella contro il Chelsea, magari si poteva aspettare un po' prima di comminarle".