Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Juve Stabia, Braglia: "Ringrazio la mia squadra"

Juve Stabia, Braglia: "Ringrazio la mia squadra"
domenica 19 dicembre 2010, 18:342010
di Alessandro Landolfi

Le assenze pesanti non fermano il cuore dei ragazzi di Braglia. La Juve Stabia batte meritatamente per 2-1 il Cosenza di mister Mario Somma. Albadoro su punizione e Mezavilla in contropiede, imbeccato dallo stesso Albadoro, firmano il successo delle vespe stabiesi, un successo che lancia la Juve Stabia con prepotenza nella zona play off. La giornata è caratterizzata anche per l'accoglienza a dir poco calda riservata all'odiato ex Biancolino beccato continuamente da tutto il pubblico stabiese ad ogni suo tocco di palla.
A fine gara Braglia è giustamente molto soddisfatto: "Ringrazio ancora una volta i ragazzi per l'impegno ed il cuore che ci stanno mettendo in queste gare. Molte assenze? Io parlo solo dei presenti e devo dire che anche oggi nonostante le difficoltà e nonostante l'avversario di spessore abbiamo centrate un'altra vittoria meritata. Ringrazio anche Danucci, è stato molto diligente ed ordinato e lo ringrazio ancora di più perchè nonostante non fosse tra i convocati mi ha dato subito la disponibilità quando l'ho chiamato a causa delle assenze dell'ultima ora. Danucci sa che non sta giocando un pò per colpa sua ed un pò per questa legge degli under che lo sta penalizzando, ma se torna quello che è sa che per lui c'è sempre spazio in questa squadra. Corona? Oggi ha fatto una grande gara, gli è mancato solo il goal. L'ho visto correre per tutta la gara e tirare a volo come lui solo sa fare.

E' questa la strada giusta se vuole giocare. Lui può e deve ancora migliorare. Con sette goal all'attivo è finito spesso in panchina e da gran professionista non si è lamentato, anzi ha aiutato e sostenuto i compagni che stavano in campo. Faccio i complimenti anche ad Albadoro. Diego ha la tecnica e la testa per arrivare a giocare in altre categorie. Credetemi Albadoro è molto più maturo dell'età che ha.
Ora vorrei solo sapere dove sono tutti quelli che ci criticavano, adesso è facile salire sul carro dei vincitori. Noi rimaniamo gli stessi ed il nostro obiettivo è sempre lo stesso, speriamo solo che la gente ci sostenga e sia più presente allo stadio. Abbiamo bisogno del calore dei nostri tifosi".