Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Juventus, Zaccheroni: "Io non sogno, mi do delle priorità"

Juventus, Zaccheroni: "Io non sogno, mi do delle priorità"TUTTO mercato WEB
sabato 20 febbraio 2010, 21:192010
di Vincenzo Vitiello

Zaccheroni, dopo le ultime confortanti prestazioni della Juventus in campionato ed in Europa, ha rilasciato alcune dichiarazioni al sito ufficiale della Società juventus.it. Dopo un trend di risutati negativi che avevano indotto la dirigenza bianconera a cambiare il "timoniere" della squadra e ad affidarsi ad un tecnico esperto ed equilibrato come Zaccheroni, alcuni effetti positivi già si intravedono infatti il tecnico bianconero cerca di mantere alta la concentrazione dei suoi calciatori in vista di una trasferta a Bologna che potrobbe riservare, alla squadra torinese, insidie:

"Andiamo ad affrontare una squadra reduce da tre partite fuori casa"- afferma Zaccheroni-"Partite nelle quali ha vinto con Bari, Fiorentina e Livorno, ha pareggiato con il Chievo a Verona, in casa con il Milan".

Contro Genoa e Ajax si sono comunque già visti dei progressi:
"Il successo contro l'Ajax è legato più alla compattezza di squadra che alle alchimie tattiche. Io lavoro sugli equilibri e sono i giocatori a dover interpretare i momenti individuali. Pur avendo conosciuto da poco i ragazzi, penso di poter escludere che credano di aver già risolto tutti i problemi. La caratteristica che più mi piaciuta di più di questo gruppo finora è la compattezza. Si tengono per mano, giocano da squadra e non da singoli, ma non abbiamo ancora fatto nulla: abbiamo preso una boccata di ossigeno e ci siamo riposizionati nel gruppo. Starò attento a fare in modo che questo concetto sia ben chiaro».

Il messaggio è chiaro, bisogna mantenere i piedi per terra:
"Io non sogno, mi do delle priorità: la prima è avere il miglior Amauri, Del Piero, Trezeguet, Camoranesi, Grygera, ecc...riuscire a mettere in forma tutti i giocatori a disposizione per poter scegliere chi sta meglio. Non amo mettere in campo giocatori non al meglio"