Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio, Meghni rischia il Mondiale

Lazio, Meghni rischia il MondialeTUTTO mercato WEB
© foto di imago sportfotodienst
lunedì 3 maggio 2010, 07:492010
di Riccardo Mancini
fonte di Riccardo Mancini per lalaziosiamonoi.it

Una beffa. E' proprio il caso di chiamarla così la stagione di Mourad Meghni. Il centrocampista biancoceleste, infatti, ha vissuto un'annata da incubo. I soliti infortuni ne hanno frenato la crescita e l'esplosione definitiva. L'unica luce, l'unico bagliore di speranza lo si è avuto in due occasioni: nello 0-4 inflitto ai bulgari del Levski Sofia nel girone eliminatorio di Europa League ed in campionato contro il Genoa allo stadio Olimpico. Poi il buio, i problemi di natura fisica che da questa estate non lo hanno mai abbandonato. Il tendine rotuleo del ginocchio sinistro dava fastidio sin dal ritiro di Auronzo di Cadore, ma Mourad non si è dato per vinto, ha insistito, ha regalato alla propria Nazionale il pass per il Mondiale (non accadeva dall'82) ed ha persino disputato alcune gare in Coppa d'Africa con la maglia dell'Algeria. Poi lo stop forzato per riprendere la forma migliore, per rientrare il prima possibile a giocare con la maglia della Lazio, per guadagnarsi un posto per i prossimi Mondiali in Sudafrica. Ha iniziato, come noto, un ciclo di cure, prima all'interno di una clinica specializzata di Cannes, poi con un medico di fiducia in Qatar, dove si trova tuttora. Ma il fastidio persiste. L'infortunio è di quelli rari nel mondo del calcio, lo ha detto lo specialista che lo ha seguito passo passo nel suo percorso.

Il suo sogno di partecipare al Mondiale rischia di rimanere tale e di non vedersi realizzato. Ha combattuto con tutte le sue forze, ha stretto i denti fino alla fine, ora, però, potrebbe seriamente arrendersi. Il medico della Nazionale algerina deve deciderlo se inserirlo nella lista dei 23 oppure no. Prenderà una decisione definitiva, sulle condizioni di Meghni, entro la fine di questo mese. Ma il ct africano, Rabah Saâdane è consapevole della gravità della situazione. Non vuole compromettere e mettere in pericolo la carriera di un calciatore al quale tiene in maniera particolare. Lo ha ribadito mercoledi notte con un comunicato andato in onda sulla tv satellitare araba Abu Dahbi Sport. Mourad è triste, non si aspettava un calvario così lungo. I prossimi giorni saranno decisivi. Una piccola speranza, però, il numero 23 biancoceleste la nutre ancora...