Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio, Reja: "Valuteremo le opportunità del mercato di gennaio"

Lazio, Reja: "Valuteremo le opportunità del mercato di gennaio"TUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Fornasari
domenica 19 dicembre 2010, 14:502010
di Raimondo De Magistris

Queste le dichiarazioni rilasciate dal tecnico della Lazio, Edy Reja, al termine della sfida contro l'Udinese. I biancocelesti con questo successo in extremis si sono portati a tre punti dalla vetta: "E' stata una sfida molto strana, potevano vincere anche loro. Noi abbiamo fallito molte occasioni nel primo tempo, loro nella ripresa - ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport -. Nel finale è stato premiato lo sforzo dei miei ragazzi. Qui non ci sono titolari, io posso sostituire chiunque. Ci sono tanti calciatori con caratteristiche diverse. Era difficile fare gioco nel finale. Per questo motivo ho messo Kozak, più forte fisicamente in area rispetto a Zarate.

L'Udinese attacca con sei uomini, noi abbiamo avuto delle opportunità, poi però siamo stato poco concreti in zona conclusiva. In queste circostanze ti può girare anche male. E' stata una partita molto aperta perché entrambe le squadre se la son giocata. Rinforzi sul mercato? Se ci sono delle opportunità bisogna tenerle in considerazione. Prima di acquistare qualcuno però, bisogna essere certi che il nuovo arrivo possa essere veramente utile a questa squadra perché questo è un gruppo che ha fatto molto. Sostituzioni mal digerite? Sono episodi da condannare. La società dovrà intervenire, qui non ci sono fenomeni, ma tutti calciatori con buone qualità".