Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

... Michele Pazienza

... Michele Pazienza
giovedì 16 dicembre 2010, 00:002010
di Barbara Carere

Il centrocampista del Napoli Michele Pazienza (29 anni) e la sua splendida moglie itala argentina Lorena Pavan (33 anni), si sono conosciuti in un bar a Udine quando lui militava nella squadra friulana: "Lavoravo in un bar, dove spesso Michele veniva a fare colazione la mattina-confida Lorena- a dire il vero non è stato amore a prima vista, almeno per lui, perché prima di pronunciarsi, ci ha messo un po', lui è molto timido. Dopo un anno abbiamo iniziato a frequentarci e dopo qualche mese sono rimasta incinta di Rebecca e da lì è iniziata la nostra splendida storia d'amore".

Cosa ti ha fatto innamorare di Michele?
"Oltre all'aspetto esteriore mi trasmetteva sicurezza e protezione, proprio quello che cercavo in un uomo".

Avrà un difetto tuo marito?
"Certo, ne ha tantissimi (ride, ndr) uno su tutti che non sopporto quando litighiamo non parla e non discute. Si chiude a riccio mentre io preferirei chiarire ma lui si chiude in mutismo e non c'è verso per tirargli qualche parola ".

Ricordi la proposta di matrimonio?
"Sì, devo ammettere che non è stata romantica come quella del fidanzamento, eravamo in un ristorante a pranzo e le sue parole sono state: Che ne dici se ci sposiamo?Noi donne amiamo il romanticismo, però poi si è fatto perdonare perché il matrimonio è stato bellissimo".

Che ricordo hai di quel giorno?
"Ci siamo sposati in Puglia, dove è nato Michele, era il quattordici giugno del 2007. Di quel giorno ho un ricordo meraviglioso.

Qual è stato il momento più emozionante del tuo matrimonio?
"Ricordo con grande emozione la funzione in chiesa e in particolare quando abbiamo pronunciato la formula del matrimonio, ero talmente emozionata che non riuscivo a parlare".

Com'è Michele Pazienza nel privato lontano dai campi di calcio?
"Una persona tranquilla, affettuosa e un ottimo papà. Devo ammettere che non
ha molta pazienza, il suo cognome non lo rispecchia per niente (ride, ndr) però
in compenso gioca spesso con i nostri bambini, Rebecca (5 anni) e Mathias (2
anni). Sono molto fortunata, auguro a tutte le donne di incontrare un uomo
speciale come mio marito".

Come trascorrete il tempo libero?
"Quando Michele non è impegnato con gli allenamenti, amiamo andare al cinema o al ristorante tutti insieme".

Seguite le trasmissioni sportive?
"Michele non se ne perde una a differenza di me che non amo il calcio, ma il Napoli sì, la mia famiglia e in particolare mio fratello Jorge sono sempre stati tifosi di Maradona e del Napoli, infatti, quando hanno saputo del trasferimento di Michele al Napoli, sono stati molto contenti. Credo che i napoletani e gli argentini sono molto simili e per questo che nella città partenopea mi trovo benissimo".

Qual è il suo piatto preferito?
"La pasta al burro (ride, ndr), no dai scherzo, spesso mangia per non appesantirsi prima degli allenamenti. Il suo piatto preferito è qualsiasi pietanza a base di pesce. Una volta a Udine ho provato a cucinare un pesce al forno, è stato un vero disastro e da allora gli ho promesso di non farlo più".

Tuo marito possiede dei tatuaggi?
"Tantissimi ormai non si contano più, al momento ne sta ultimando uno con dei fiori, però ne ha altri quattro: i nostri nomi su una bilancia, i nomi dei bambini, le iniziali della sua famiglia e le nostre iniziali".

Dove trascorrerete il Natale?
"In Puglia con la famiglia di Michele, però a Capodanno saremo a Napoli perché lui deve allenarsi".

Che cosa vorresti trovare sotto il tuo albero di Natale?
"Tanta ma tanta serenità e anche un regalo, mi raccomando Barbara scrivi che vorrei trovare un regalo grande (ride, ndr) ".

Questo del regalo è un messaggio scherzoso in codice per Michele, ma c'è qualcosa che vorresti dire a tuo marito attraverso questa intervista?
"Che lo amo tanto e che sono felice di averlo incontrato".

Cosa gli auguri per la sua carriera?
"Di continuare così e soprattutto gli auguro di andare in Champions con il Napoli perché so che è il suo sogno".

Lorena grazie per la tua simpatica intervista e ora il tuo saluto ai nostri lettori di TMW e auguri di Buon Natale.
"Grazie a te Barbara, Buon Natale a tutti, saluto affettuosamente tutti i lettori di TMW in particolar modo i tifosi del Napoli ai quali auguro tante soddisfazioni calcistiche ".