Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, dal dodici al terzino sinistro. Ecco i nomi

Milan, dal dodici al terzino sinistro. Ecco i nomi TUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
lunedì 22 febbraio 2010, 17:452010
di Andrea Losapio

"Abbiati è il portiere del futuro". E' questa la frase più gettonata in Via Turati per spiegare il continuo accantonamento del numero uno a favore di Nelson Dida, incostante nel rendimento e colpito dalla critica dopo i tre gol del Manchester United a San Siro. E, probabilmente, il buon Dida avrà capito che il futuro è arrivato, ieri sera, quando Abbiati è volato sulla sua destra, andando a deviare il rigore - calciato a botta sicura - di Barreto. Una parata importante, che ha chiuso a doppia mandata il match del San Nicola e che, probabilmente, ha fatto svanire in un sol colpo le voci di rinnovo per l'estremo difensore sudamericano.
A questo punto, Dida lascerà il sodalizio rossonero al termine dell'attuale contratto (giugno 2010), con la possibilità reale di tornare in patria, magari al Corinthians che lo aveva cercato prima dell'infortunio di Storari. C'è da pensare al sostituto: due i nomi caldi, uno è quello di Diego Alves, estremo difensore dell'Almeria, che però è inseguito anche dal Real Madrid - oltre a qualche altro club italiano come Genoa, Sampdoria e Fiorentina - ma ha la peculiarità di essere comunitario per via delle origini italiane. L'altra, più fantasiosa (almeno per il momento) porterebbe a Luca Castellazzi, milanese di Gorgonzola, che finalmente approderebbe in una grande del calcio meneghino.

Su di lui, però, c'è la concorrenza dell'Inter: è anche vero che il possibile tesseramento a parametro zero (è in scadenza a giugno 2010, come Dida) sarebbe assolutamente ben visto in via Turati.
Dal portiere all'esterno sinistro, altro ruolo che - nonostante una stagione nel complesso buona di Antonini - rimane quasi scoperto. L'arrivo di Cissokho avrebbe messo d'accordo tutti, con il Milan che per quindici milioni avrebbe portato a casa un giocatore di sicuro valore. Ora quei soldi andranno spesi comunque: si è parlato di Michel Bastos, che è in rotta con il Lione, ma la novità più importante è quella che riguarda Gael Clichy: l'Arsenal avrebbe intenzione di incassare, finalmente, dalla cessione dell'esterno mancino. Per lui c'è la concorrenza del Real Madrid, anche se la cifra andrebbe ad aggirarsi sui venti milioni di euro. Berlusconi ha da scegliere: può regalare le stilettate da Palazzo Grazioli o decidere di "pagare moneta per vedere cammello", come direbbe Lotito.