Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, Leonardo: "Manchester? Non subire gol è il nostro obiettivo"

Milan, Leonardo: "Manchester? Non subire gol è il nostro obiettivo"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
lunedì 15 febbraio 2010, 14:532010
di Redazione TMW.
fonte Acmilan.com

Queste le dichiarazioni rilasciate da Mister Leonardo in conferenza, oggi a Milanello, alla vigilia di Milan-Manchester United:

SULLE DICHIARAZIONI DI ALEX FERGUSON RIGUARDO ALL'IMPORTANZA DI PATO PER IL MILAN
"Mi sono state riportate le dichiarazioni di Mister Ferguson, ma non le ho sentite in prima persona, quindi non so in quale modo Sir Ferguson le abbia dette. In passato sono stato con lui nel corso della riunione Uefa e abbiamo parlato di questo: so cosa pensa e il suo mi sembra un parere tranquillo e giusto".

SU ALEX FERGUSON
"Ho tanto rispetto per un allenatore come Alex Ferguson perché credo che sia uno dei simboli: da tanti anni siede sulla panchina della stessa squadra, ha classe e un modo di porsi affascinante".

SULLA TATTICA ANTI MANCHESTER
"Le due squadre si conoscono bene, non solo per le partite del passato recente, ma anche per lo studio che si fa continuamente. Credo di conoscere il Manchester United. La squadra di Ferguson esce da un momento difficile, avevano molto giocatori infortunati che ha recuperato piano piano ed è una squadra compatta che effettua grandi ripartenze. Il Milan ha le proprie caratteristiche e domani sera dovrà mantenere il proprio gioco".

"Ogni partita si presenta in maniera diversa, la Champions League si gioca con gare di andata e ritorno ed è diversa dal campionato. Abbiamo a disposizione centottanta minuti per decidere questa fase. Non subire gol è un obiettivo del Milan, ma il Manchester United è una squadra che cerca sempre di fare gol. Il Milan dovrà cercare di trovare l'equilibrio giusto tra il non subire gol e il cercare di fare male".

SUL CONFRONTO TRA 'MILAN VECCHIO' E 'MILAN NUOVO'
"Non ci sono un 'Milan vecchio' o un 'Milan nuovo'. In situazioni come quelle di domani sera c'è bisogno di tutto: questa squadra ha a diposizione tutte queste cose: è un nuovo Milan con tanti giocatori che qui hanno vinto tanto. Il Milan è una squadra esperta, che ha vinto tanto e quest'anno siamo riusciti ad esprimere un calcio allegro, di grande tecnica. E' giunto il momento di tirare fuori il tutto visto che siamo arrivati ad un momento decisivo per la stagione".

"Se quello di domani sera sarà un esame di maturità? Siamo sottoposti ad esami tutti i giorni: la partita di domani sera è una tappa importantissima sia per la stagione del Milan, sia per molti giocatori. Anche coloro che hanno più esperienza avranno l'opportunità di confermare il loro alto livello."

SULLE PARTITE CONTRO LE GRANDI SQUADRE
"Ci sono diversi momenti all'interno di una stagione. Ad esempio la partita di Madrid è giunta in un momento particolare e siamo riusciti a tirare fuori qualsiasi cosa avevamo dentro, non è stata solo una questione di orgoglio e di caratteristiche delle squadre. Quando arrivano sfide di questo livello ci confrontiamo contro squadre che giocano alla pari e sono situazioni che ci esaltano".

SU DAVID BECKHAM
"La società è sempre stata chiara su quelle che erano le intenzioni nei confronti di questo giocatore. Personalmente ho voluto il suo ritorno. Beckham è importantissimo negli spogliatoi, non solo per l'esperienza di giocatore che ha acquisito nei club in cui è stato, ma anche perché è un giocatore che ha carisma e può dare il suo contributo a questo gruppo."