Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Mourinho: gli arbitri si ribellano

Mourinho: gli arbitri si ribellanoTUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
lunedì 22 febbraio 2010, 22:112010
di Redazione TMW.
fonte TELELOMBARDIA - www.qsvs.it

Gli arbitri alzano la voce contro Mourinho, le continue e reiterate accuse dell'allenatore nerazzurro hanno provocato la reazione forte dell'Associazione italiana arbitri che sta valutando seriamente se arrivare a scioperare nel caso che le proteste plateali di Mou proseguiranno imperterrite, sciopero che ha come unico intento quello che tutti arrivino a smorzare i toni, tutti perche il modello Mourinho sta prendendo piede e sono in molti a parlare di complotti e sostenere che il sistema ormai e sempre meno credibile.

In casa Inter a muoversi in prima persona è il presidente Moratti con una telefonata al presidente della Figc Abete. Argomento della conversazione la doppia espulsione ai danni dell'Inter nell'ultimo match di campionato contro la Sampdoria. Moratti chiedere uniformità di giudizio degli arbitri e ad abbassare i toni, per la verità resi insostenibili dallo stesso Mourinho con il gesto delle manette.

In quest'ottica va letto anche il silenzio stampa imposto alla squadra al fine gara per evitare reazioni a caldo, evidenti sono stati i segnali di tensione a fine gara con tanto di parapiglia nel tunnel e caccia aperta al doriano Pozzi copevole di scenate che hanno portato alle espulsioni di Samuel e Cordoba.

All'orizzone per Mourinho l'ennesimo deferimento con due giornate di squalifica, in seguito al gesto delle manette indirizzato al direttore di gara Tagliavento, ma l'associazione arbitri questa volta e già sul piede di guerra ed è pronta a dire basta agli atteggiamenti incontenibili dello Special One.