Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Napoli, Gargano: "Il contratto? Non è ancora firmato"

Napoli, Gargano: "Il contratto? Non è ancora firmato"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
venerdì 12 febbraio 2010, 15:012010
di Antonio Gaito

Il centrocampista azzurro, Walter Gargano, ha rilasciato alcune dichiarazioni. Ecco quanto evidenziato da Tutto Napoli.net: "L'Inter è una grande squadra, sono tutti molto forti fisicamente, ma quel che conta è il gioco. Loro hanno anche quello, ma noi in casa sappiamo farci rispettare. Spero sia una festa per noi e per il Napoli. Abbiamo voglia di fare punti. Rabbia? Noi a Udine abbiamo fatto il nostro lavoro, abbiamo giocato bene, siamo sereni".

"Il contratto? Non è ancora firmato. Il mio procuratore ha parlato con la società e c'è stato un avvicinamento tra le parti che è fondamentale. Io in questo momento sono felice, soprattutto per quel che sto facendo con il Napoli. Il mondiale verrà dopo. Ora sto lavorando per questa città in cui i tifosi fanno l'impossibile pur di venire allo stadio a sostenerci".

"La marcatura? Non lo so ancora, se ne parlerà con il mister, ma conoscendomi potrei marcare anche Julio Cesar, dipende dalla situazione. L'Inter troverà un altro Napoli, ma anche i nerazzurri sono migliorati molto. Cambiasso è un giocatore d'elite, non posso paragonarmi a lui. Lo ammiro come tanti giocatori dell'Inter, ha tanta esperienza. Devo crescere tanto per arrivare a questi livelli. Nessuno è imbattibile, hanno una difesa molto attenta e ripartono molto bene, ma noi abbiamo le armi per far male anche alla capolista. Il Pocho è un grande giocatore, mi spiace che non stia ancora bene, non so quanto potrà giocare, lo devono dire i medici. Quello che conta però è la squadra, non il singolo. Per 95' dovremo restare concentrati, loro dovranno stare attenti ai nostri centravanti, a Marek e ai nostri esterni. L'anno scorsa Zalayeta fu decisivo. E' un gran giocatere, ma anche un amico, ci manca come persona, ma adesso Marcelo non c'è dovremo farcela con i nostri attaccanti che sono altrettanto forti. Anche se non segna da un po' Marek deve stare tranquillo, ora sta facendo sacrifici in fase difensiva, ma il gol arriverà".

"Il mio gol? Se arriva bene, altrimenti non è importante, l'importante è che sia soddisfatto del mio lavoro e lo sono. Pazienza o Cigarini? Hanno fatto bene entrambi, come tutti gli altri giocatori: l'importante è rispondere bene quando si è chiamati in causa."