Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Newell's, Dezotti: "Non solo il Catania su Formica"

Newell's, Dezotti: "Non solo il Catania su Formica"TUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
sabato 8 maggio 2010, 18:272010
di Giuseppe Castro

Gustavo Abel Dezotti, ex giocatore della Lazio negli anni 80 passato poi alla Cremonese, è oggi il direttore sportivo del Newell's Old Boys, club argentino di Rosario dove militano alcuni giocatori nel mirino di club italiani come Formica, Vangioni, Insaurralde, Sperdutti e Boghossian. Per sapere le ultime in chiave mercato riguardo al possibile approdo in Italia di questi calciatori talentuosi sudamericani, Dezotti del Newell's è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Itasportpress.it direttamente dall'Argentina.

Direttore Dezotti, quanto è concreto l'interessamento del Catania per Mauro Abel Formica?
"Il nostro giocatore piace a cinque squadre italiane e confermo che tra queste c'è il Catania. Sono dei sondaggi, ancora infatti non è stata avviata una vera trattativa. Secondo me Formica è quasi pronto per giocare in Italia. Noi lo vorremmo tenere ancora un anno, ma se arriva un' offerta seria e una squadra che abbia anche la pazienza di farlo inserire senza troppe pressioni, sono sicuro che Mauro diventerà un grande fuoriclasse. Lui gioca sulla fascia ma seconde me è più abile da trequartista puro. Vale 5 milioni di euro? Noi non faremo nessuna valutazione se non con le società interessate"

Si parla del ritorno in Italia, e precisamente a Parma, del vostro tecnico Roberto Nestor Sensini. Lo lascerete partire?
"Non so se il club emiliano gli ha telefonato, io ho parlato con Roberto e lui mi ha detto che di concreto non c'è niente. Mi ha confermato però che gli piacerebbe tantissimo tornare al Parma o anche a Udine, ma forse non lo farà subito ma solo tra un anno".

I giovani in vetrina sono tanti come l'attaccante Boghossian che sembra interessare alla Roma e alla Sampdoria.
"Il nostro centravanti uruguaiano è in prestito e il cartellino appartiene al C.A Cerro di Montevideo. Con questi club italiani io non ho parlato finora. Magari le società hanno già chiamato il club uruguaiano o il suo agente. Il difensore Juan Manuel Insaurralde? In Italia è difficile che arrivi perchè non ha il passaporto comunitario. Questo è il migliore dei difensori centrali argentini attualmente in vetrina, forse anche superiore al suo ex compagno Nicolas Spolli che gioca a Catania. Il Boca è interessato. Vangioni e Sperdutti? Sono due giovani terzini, uno sinistro e l'altro destro, hanno un futuro brillante. L'Italia per il momento è lontana per loro due".

Dezotti conclude l'intervista facendo un tuffo nel passato. "Arrivai in Italia nel 1988 alla Lazio e poi fui ceduto alla Cremonese. Bella esperienza specie i cinque anni di Cremona, il mio cuore infatti è grigiorosso. Mi dispiace che stia lontana dalla serie A la mia ex squadra lombarda. Ma ho bei ricordi anche della Lazio, società che mi ha portato in Italia e questo non lo dimenticherò mai così come ricordo con tanto affetto i cori dei tifosi biancocelesti nei miei confronti. Adesso spero di tornare in Italia molto presto magari per trattare la cessione dei nostri giocatori più in evidenza".