Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Rivoluzione in Premier: ecco le big pronte a cambiare

Rivoluzione in Premier: ecco le big pronte a cambiareTUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
giovedì 30 dicembre 2010, 16:202010
di Raimondo De Magistris

Se in Italia è tutto fermo, la Premier nel periodo natalizio - come tradizione - è in pieno svolgimento. Tutti in campo il 24, poi ancora una volta sul rettangolo verde quattro giorni dopo. Due giornate che oltremanica hanno lanciato segnali importanti. La più eclatante, quella che in Italia ha riempito le prime pagine dei giornali, è stata la prima tripletta al Manchester City di Mario Balotelli. Hat-trick per spazzar via un Aston Villa apparso troppo rinunciatario al City of Manchester Stadium.
Un successo che ha dato continuità alla vittoria in trasferta dei citizens contro il Newcastle. Una boccata d'ossigeno importante per Roberto Mancini, tecnico che dopo la sconfitta interna contro l'Everton aveva paurosamente visto riavvicinarsi l'ipotesi di esonero.
I due successi consecutivi hanno però spazzato via tutti i rumors dei tabloid: primato in coabitazione con i cugini dello United, seppur con due partite in più.


Situazione in continuo divenire quindi, molto più serena comunque rispetto a quella che in questo momento vive circa 450 km più a sud Carlo Ancelotti. Il successo di misura contro il Bolton non ha placato le critiche per l'ex allenatore del Milan. Dopo l'inizio esaltante, costellato da successi e goleade, il tracollo, accompagnato da un rapporto poco chiaro con la presidenza a seguito dell'improvviso esonero di Ray Wilkins.
La situazione peggiore è però quella che vive a Liverpool Roy Hodgson. Sei mesi dopo il suo arrivo sulla sponda rossa del Mersey, l'esonero sembra scontato. La sconfitta casalingo contro il fanalino di cosa Wolverhampton la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il clamoroso ritorno di Benitez dopo il divorzio estivo l'ipotesi più suggestiva.
Panchine roventi in Premier: il valzer è pronto a partire!