Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Torino, un augurio di buon compleanno

Torino, un augurio di buon compleannoTUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Mariani
venerdì 3 dicembre 2010, 09:272010
di Giulia Borletto
fonte torinogranata.it

La data del 3 dicembre 1906 ha il sapore della storia perchè nasceva il Torino, che oggi compie 104 anni. La squadra ha voluto salutare questa giornata con un gesto nobile: tutti insieme al Museo Granata di Villa Claretta, sicuramente un momento storico perchè per la prima volta l'intera squadra e staff tecnico ha reso visita al luogo dei ricordi. Segno che qualcosa sta cambiando in società, più sensibili a certi aspetti tanto cari ai tifosi. Infatti la gente granata apprezza di più momenti come quelli di giovedì che una vittoria. Una questione di stile e di memoria, quella passione senza tempo che ha reso glorioso il nome del Torino, finito in tragedia molte volte. Dalla sciagura di Superga, all'addio di Meroni e Ferrini, per arrivare al fallimento di Cimminelli nel 2005.

Il Torino nasce da alcuni dissidenti della Juventus e forse è per questo che è sempre stata una società, una squadra, un'idea contro a qualcosa, soprattutto verso il potere imperante di chi con la forza ha cercato di annientare più volte il Toro, ma non c'è mai riuscito. Il fatto più triste è dover festeggiare il compleanno granata per la seconda volta consecutiva in serie B. Ma tanto è l'amore che circonda questa squadra che si trovano spunti positivi anche tra i cadetti, come affezionarsi nuovamente ad un campione e capitano vero come Bianchi, avere sulla panchina due tecnici provenienti dal settore giovanile, come Lerda ed il suo vice Destro, senza dimenticare Ferri team manager e lo stesso Petrachi come ds. Gente giovane che può trovare il miglior cammino per la propria carriera sotto il segno del Toro. Ultracentenario, storico, magico e vulnerabile, al quale facciamo i migliori auguri per un pronto ed immediato riscatto.