Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Atalanta, Colantuono opta per il turnover

Atalanta, Colantuono opta per il turnoverTUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Mariani
venerdì 25 febbraio 2011, 15:072011
di Lorenzo Casalino
fonte TuttoAtalanta.com

E' ora di farne una questione di testa. Quellla della classifica, s'intende, visto che la mentalità vincente all'Atalanta non fa certo difetto. Sabato pomeriggio, in occasione della settima giornata di ritorno del campionato cadetto, il Sassuolo rende visita ai nerazzurri. Una sfida al peperoncino, anche se l'allenatore ospite, l'ex Angelo Gregucci, non è tipo da gettarne il guanto. Il profeta di casa, Stefano Colantuono, è decisamente più sanguigno del suo dirimpettaio. Ma soprattutto concreto: una volta mantenuta la vetta, adesso è arrivato il momento di pigiare sull'acceleratore per dare una sterzata decisa a una serie B che non si addice alle ambizioni di una piazza di lusso come Bergamo.

Iniziamo dai convocati.
"Carmona non è nella lista - confida ai microfoni di TuttoAtalanta.com - Sta benissimo, nessun mistero: visto che è di quelli che hanno tirato la carretta lì in mezzo senza quasi mai staccare la spina, abbiamo deciso di lasciarlo a riposo. Lo chiamano turnover: tornerà mercoledì prossimo con il Torino. E non dimentichiamo che è diffidato....".

Gli altri come stanno?
"Padoin è quasi al cento per cento, Manfredini è sulla via del pieno recupero. Non essendo però abituato alle forzature, concederò a ciascuno il tempo di cui necessita per tornare tra i protagonisti".

In settimana s'è parlato di avvicendamenti anche in attacco (Ruopolo al posto di Tiribocchi, NdR).
"Sì, confermo: visti gli impegni ravvicinati (tra due lunedì c'è Atalanta-Novara, NdR) ci sarà bisogno di dare respiro anche a quelli che devono fare gol".

Segnare, altro punto dolente...
"Siamo a secco da due partite, è vero. Ma la continuità e l'equilibrio in campo sono molto più importanti dei grandi bottini sotto porta. Abbiamo patito l'assenza di Ruopolo per un certo periodo, ora siamo a pieno organico anche nel reparto offensivo".

La classifica virtuale del girone di ritorno recita: primo Grosseto, secondo AlbinoLeffe, quindi voi...
"L'avevo ben detto, io, che la serie B è un campionato altalenante. Ci sono squadre che vivono di momenti e di fiammate improvvise, anche allo start della stagione ho visto né più né meno le stesse cose. Rientra nella normalità. E noi comunque siamo in testa...".

Dobbiamo aspettarci un ritorno in pompa magna di Bonaventura? E' fuori da quattro partite.
"E' stato titolare a lungo, ma non è certo l'unico a essere finito in tribuna. C'è stato anche Pettinari, domani ci andrà Carmona. Non c'è alcun caso: ha avuto un appannamento e ora sta ricaricando le pile. E ora, chissà che non sia pronto... Vedremo. Va però detto che Jack ha potuto giocare con continuità solo con me: guardate il suo score alla voce presenze degli anni scorsi".

Il Sassuolo che avversario sarà?
"Ha vinto a Torino abbastanza di recente, quindi non credo sia da sottovalutare. Con la rosa attrezzata che si ritrova, impossibile non pensare che aspiri a qualcosa di più della salvezza. E' una squadra di qualità in grado di fare pressing a tutto campo".