Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Cobolli Gigli: "Il quarto posto sarebbe già ambizioso per la Juve"

Cobolli Gigli: "Il quarto posto sarebbe già ambizioso per la Juve"TUTTO mercato WEB
© foto di Filippo Gabutti
mercoledì 2 febbraio 2011, 17:322011
di Redazione TMW.
fonte Radio Sportiva

L´ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli è intervenuto in esclusiva a Radio Sportiva:

"La Juventus? Vive una situazione complicata, io ormai sono un tifoso e non ho rapporti con la società, ma mi sembra che continuare a fare gruppo e concentrarsi sui nuovi acquisiti sia la strada giusta. Matri è un buon acquisto, rimane però il fatto che la Juventus o fa una grande partita a Palermo o la china continua ad essere rivolta verso il basso".

"La mia gestione? Sono andato via a ottobre 2009, quando la Juve era ancora in testa alla classifica ed era in Champions, quindi i risultati di quel triennio con Blanc, me e Secco avevano riportato la Juve dalla B al terzo posto in classifica. Mi sento la coscienza pulita, poi la situazione è peggiorata e la squadra è arrivata settima. Nel mio periodo grazie anche ai grandi campioni la Juventus aveva fatto passi avanti importanti".

"Del Piero? Sono un fortissimo sostenitore di Del Piero ma spetta a Agnelli e Marotta prendere le decisioni. Del Piero è un elemento di coesione di spogliatoio ma nel caso troverà altre soluzioni, anche se rimane un grande campione nella storia della Juventus".

"Amauri? Lo ricordo quando nel Palermo fece due gol alla Juventus poi nei primi tempi dava buoni risultati io gli posso solo augurare che questo trasferimento temporaneo gli ridia fiducia e integrità fisica e che torni a essere il giocatore che ricordo io".

"Scudetto? Non credo che ci si possa illudere, la Juventus può ancora lottare per il quarto posto ma per il titolo l´Inter di Leonardo dimostra carattere, il Milan è un´ottima squadra e queste due sono le favorite nonostante il vantaggio che hanno i rossoneri. Poi viene la Roma e poi c´è il Napoli che non è più un fatto temporaneo ma è una bella squadra ben allenata da Mazzarri: la Juve deve prestare attenzione a queste squadre, ma anche alla Lazio e al Palermo, che stasera sarà difficile da battere. Quindi il quarto posto sarebbe già un traguardo ambizioso.
Mercato? L´Inter si è mosso bene con cinque acquisti e il Milan si è rinforzato, anche se mi dispiace per l´incidente di Legrottaglie. Sembrava che nella campagna acquisti di gennaio tutti avrebbero lesinato, invece tutti hanno speso dei bei soldi".

"Buffon? Non credo che sia stato messo in discussione perchè vale dieci punti in più rispetto agli altri portieri. Credo che sia uno dei baluardi della Juve".

"Calciopoli? Nel contesto in cui la Juve si era ritrovata ne siamo usciti: siamo stati penalizzati con la B ma siamo tornati subito in A e non era semplicissimo, e poi abbiamo dato segnali di vigore della squadra. Il conflitto ideologico fra Inter e Juventus è insanabile al di là del rispetto nelle partite, sono due avversarie e due tifoserie che non si possono vedere".