Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Taibi

...con TaibiTUTTO mercato WEB
© foto di Roberto Gabriele
mercoledì 9 marzo 2011, 00:002011
di Alessio Alaimo
"Milan hai poche chanches. Torino, ora pure la sfortuna. Critiche a Sirigu? Zamparini non capisce..."

Ribaltare il risultato dell'andata. Deve farlo il Milan, questa sera, sul campo del Tottenham. Della sfida in programma per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, TuttoMercatoWeb ne ha parlato con l'ex portiere rossonero e del Manchester United, Massimo Taibi.

Taibi, quante possibilità ha il Milan di passare il turno?
"Non tantissime. Diciamo il 40% perché il Tottenham ha due risultati su tre ed è una squadra tosta. E poi il Milan in Champions League non mi ha entusiasmato".

Che ambiente troveranno i rossoneri?
"Molto caldo. Ci saranno quarantamila persone che spingeranno la squadra. Sono sicuro che il Tottenham giocherà senza badare al risultato dell'andata".

Dove dovrà essere bravo il Milan?
"Il Milan dovrà cercare di sfruttare le lacune difensive del Tottenham".

È d'accordo con chi dice che i rossoneri non sono attrezzati per la Champions?
"Tra le squadre in lotta il Barcellona ha qualcosa in più. Il Milan in Champions ha vinto poche partite e un motivo ci sarà".

Che ricordo conserva, a distanza di anni, della sua esperienza al Manchester United?
"È stata un'esperienza positiva, ho conosciuto un mondo diverso. Queste sono esperienze che quando finisci di giocare ti restano dentro.
Se non avessi avuto problemi familiari sarei ancora lì".

Spazio al suo Palermo: Zamparini qualche giorno fa ha detto che Sirigu non esce neanche a calci nel sedere, criticando quindi il suo portiere. Cosa ne pensa?
"Il problema di Zamparini è che a volte si sopravvaluta. Lui evidentemente non guarda gli altri portieri. Nel gioco moderno è difficile per un portiere prendere il tempo per le uscite come magari accadeva qualche anno fa. Oggi il problema di tanti portieri è proprio l'uscita. Anzi, domenica Sirigu ha esagerato prendendosi la responsabilità.

Attaccare Sirigu perché non esce, dimostra che Zamparini di portieri ne capisce poco. Ecco, prendete Gomez del Tottenham: lui è partito male, gli hanno dato fiducia non rompendogli le scatole e ora è uno dei migliori.
Sirigu è il futuro del Palermo e se un presidente parla così è autolesionista".

Come è possibile che il portiere della Nazionale sia uno dei calciatori meno pagati del Palermo?
"Questo è un discorso che non sta né in cielo e né in terra. Guadagna poco in base a ciò che ha dato al Palermo e in base all'ingaggio degli altri. Nessuno gli ha regalato nulla. In questo momento sta attraversando un periodo così, ma il Palermo non ha mai perso per colpa del portiere".

Il Torino invece ha dovuto fare i conti con un errore arbitrale.
"Tutti i mali vengono uno dietro l'altro. Adesso ci si mettono anche la sfortuna e gli errori arbitrali. Il Torino non riesce a prendere il volo.
Cairo spende sempre un sacco di soldi, però sbaglia perché costruisce le squadre a gennaio anziché a giugno. Al presidente granata gli si può dire tutto ma non che non spende".