Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

... Emiliano Bonazzoli

... Emiliano Bonazzoli
giovedì 17 febbraio 2011, 00:002011
di Barbara Carere

Si sono conosciuti in un noto locale della riviera romagnola cinque anni fa e da quel momento l'attaccante della Reggina Emiliano Bonazzoli (31 anni) e sua moglie Giorgia Matteucci (31 anni) non si sono più lasciati anzi a sentir parlale la simpaticissima Signora Bonazzoli del loro amore è come se fosse il primo giorno perché non si è affievolita la passione e il desiderio di stare insieme: "Nonostante siamo gli opposti che si attraggono-confida Giorgia - ci completiamo e non possiamo fare a meno l'uno dell'altra. Per il nostro amore il tempo non passa mai perché ci desideriamo e ci amiamo come se fosse sempre il nostro primo incontro. Siamo molto fortunati possediamo la ricchezza più grande del mondo: l'amore quello vero e sincero".

E' stato amore a prima vista?
"Sì, per entrambi anche se non ho accettato subito di uscire con lui".

Perché?
"Non mi fidavo della categoria dei calciatori, però i nostri amici in comune mi parlavano molto bene di Emiliano e così dopo un mese ho deciso di incontrarlo ed è stata la scelta più sensata della mia vita. Abbiamo da subito bruciato le tappe perché dopo qualche mese di frequentazione e una bellissima vacanza a Formentera abbiamo deciso di andare a convivere e di avere un figlio (Christian, quattro anni), sentivamo che tra di noi c'era complicità, passione
e amore in poche parole eravamo fatti l'uno per l'altra".

Come ti ha conquistato?
"Con lo sguardo dei suoi meravigliosi occhi".

Cosa ti ha fatto innamorare di lui?
"La sua grande semplicità e la sua bontà d'animo e soprattutto il suo attaccamento alla famiglia".

Com'è Emiliano Bonazzoli nella vita privata?
"E' una persona semplice che ama stare in casa con la sua famiglia o in compagnia di amici".

Un suo difetto che non sopporti?
"Alle volte manca di romanticismo, però poi sa farsi perdonare al momento giusto (ride, ndr) ".

Ricordi la proposta di matrimonio?
"A dire il vero ricordo di più quando mi ha chiesto di avere un bambino, eravamo a casa e mi ha detto che desiderava un figlio da me è stato un momento molto speciale che serbo nel mio cuore con grande gioia. Dopo qualche mese ho scoperto di essere incinta e così c'è stata una romantica proposta di matrimonio".

Svelaci la romantica proposta.
"Eravamo a Parigi e la notte di Natale mi ha regalato un bellissimo anello chiedendomi se volevo diventare sua moglie".

Che ricordo hai del giorno del tuo matrimonio?
"Meraviglioso, ci siamo sposati il tre giugno del 2007 sul lago di Garda in una meravigliosa chiesa fra i boschi e dopo siamo andati tutti a festeggiare fino a tardi in un ristorante su un isolotto in mezzo al lago."

Qual è stato il momento più emozionante del tuo matrimonio?
"Quando ci siamo scambiati le promesse con gli anelli e mi ha baciato sulle note dell'Ave Maria di Schubert, è stato il momento più emozionante, dove ho pianto dalla gioia".

Come trascorrete il tempo libero?
"Con il nostro Christian, ci piace uscire andare fare una passeggiata sul lungomare o al cinema. Spesso organizziamo delle cene con i compagni di squadra (Cosenza, Puggioni e Acerbi) e la mia carissima amica Fabrizia Foti alla quale sono molto legata".

Chi cucina in casa?
"Io e devo ammettere che mi piace molto. Emi mi aiuta: io cucino e lui mangia come un bue (ride, ndr) ".

Il suo piatto preferito?
"Adora la carne ai ferri".

Quando vuoi prenderlo per la gola cosa gli prepari?
"Il risotto alla parmigiana o la lasagna e per completare una bella torta di
cui è golosissimo".

Qual è la sua dimostrazione d'amore quotidiano?
" In piccoli gesti quotidiani, nei suoi sguardi e nell'intensità dei suoi baci mi dimostra quotidianamente il suo amore".

Possiede Emiliano dei tatuaggi?
"Sì, tantissimi ha tatuato tutto il braccio destro, una parte del petto e della schiena, naturalmente tra questi c'è il mio nome e quello del nostro bambino con la data di nascita (13 agosto 2006) ".

Prima di una gara compie qualche rito scaramantico?
"Sinceramente non lo so e non mi sono mai informata al riguardo perché credo che sia una cosa sua e deve restare un segreto altrimenti che rito scaramantico sarebbe (ride, ndr). Posso svelarti quello che compie con me: mi telefona sempre alla stessa ora (13.00, 13.15) ed è l'ultima chiamata che fa prima di entrare nel bus".

Cosa gli auguri per la sua carriera?
"Auguro al mio Emiliano di poter ottenere la promozione in serie A con la Reggina, per regalare a questa meravigliosa città e ai suoi tifosi che sono sempre così cordiali con lui un importante traguardo. In Calabria ci troviamo benissimo e ci auguriamo che possa terminare qui la sua carriera di calciatore".

E come uomo invece?
"Gli auguro per prima cosa la salute fisica e di essere sempre felice e sereno".

Giorgia c'è qualcosa che vorresti dire a tuo marito attraverso questa
intervista?

"Che lo amo come se fosse il primo giorno che l'ho conosciuto e lo ringrazio perché mi ha donato la gioia più grande, ossia quella di aver formato una famiglia meravigliosa frutto del nostro amore".

Grazie Giorgia per la piacevole chiacchierata, complimenti per la tua simpatia e per terminare il tuo saluto ai lettori di TMW.
"Grazie a te Barbara per questa intervista saluto tutti i lettori e colgo l'occasione per salutare con grande affetto i tifosi della Reggina soprattutto da parte di mio marito".