Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Beccalossi: "Derby al Milan e scudetto all'Inter"

ESCLUSIVA TMW - Beccalossi: "Derby al Milan e scudetto all'Inter"TUTTO mercato WEB
domenica 27 marzo 2011, 12:002011
di Elena Rossin

Abbiamo intervistato in esclusiva Evaristo Beccalossi, regista dell'Inter dal 1978 all'84 e attualmente commentatore sportivo dell'emittente Italia 7 Gold. La vittoria nel derby e conseguente sorpasso sarebbe la miglior concretizzazione della stagione, ma pur di vincere lo scudetto il Milan potrebbe aggiudicarsi la stracittadina. Il derby può essere risolto in ogni momento da uno qualsiasi dei campioni in campo, tutti dotati di grande istintività.

La parola derby cosa le evoca?
"Bei ricordi, perché riuscire ad essere protagonista di un derby con due gol (stagione 1979/1980, conclusasi con la vittoria dello scudetto, ndr) credo che sia una cosa che ci si porta dietro tutta la vita".

L'Inter a due punti dal Milan capolista e scontro diretto per la leadership, una gran bella partita?
"Bella non lo so, però l'importante è riuscire a vincere. Perché dopo una bella rincorsa sarebbe l'ideale concretizzare con la vittoria nel derby, che vorrebbe dire anche sorpasso in classifica".

La sosta per gli impegni della Nazionale per quale delle due squadre è un vantaggio?
"Credo per tutte e due, nel senso che il Milan sicuramente non sta attraversando un buon momento e la sosta potrà far recuperare un po' di energie. Da parte nostra recuperiamo magari qualcuno che poteva avere dei problemi e ci da così la possibilità di essere al completo alla ripresa del campionato".

Tantissimi giocatori di entrambe le squadre, ma soprattutto dell'Inter, sono impegnati con le proprie nazionali, questo potrebbe creare qualche problema?
"No perché si viaggia comodi (ride), non credo che questo possa creare dei problemi perché la partita stessa rappresenta stimoli e motivazioni al di là della fatica che i giocatori possono aver accumulato per le trasferte con le proprie nazionali".

Pregi e difetti di Inter e Milan
"Da pare nostra siamo partiti male con l'avventura Benitez, ma questo non è un vero difetto, quindi un po' più di difficoltà perché siamo andati a rincorrere. Anche se in questo momento il Milan sembra in difficoltà, credo che nessuno si aspettasse, all'inizio del campionato, con il primo anno di Allegri, che la squadra milanista fosse in testa alla classifica, dunque penso che sia una situazione positiva per il Milan. Per entrambe le squadre quindi i pregi superano gli eventuali difetti".

Pronostico per il derby e per lo scudetto
"Il derby al Milan e lo scudetto all'Inter, nel senso che se alla fine vinciamo lo scudetto sono pronto a sacrificare anche il derby".

Mancano ancora parecchi giorni alla stracittadina, ma, secondo lei, quali potranno essere i protagonisti?
"Difficile dirlo perché ci sono talmente tanti giocatori bravi che possono risolvere la partita in qualsiasi momento".

Qual è la caratteristica che deve avere una squadra per vincere il derby?
"E' l'istintività che conta, quando si è protagonisti non riesci mai a pensare e a ragionare. E' una cosa istintiva e molti giocatori di queste squadre lo sono, mi vengono in mente Eto', Stankovic, Cassano e Robinho tutti capaci in qualunque momento di trovare la giocata vincente".

© Riproduzione riservata