Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Eto'o spreca, Matri no: il Derby d'Italia si tinge di bianconero

Eto'o spreca, Matri no: il Derby d'Italia si tinge di bianconeroTUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
domenica 13 febbraio 2011, 22:502011
di Raimondo De Magistris

Campo stregato. L'Inter di dopo Calciopoli all'Olimpico di Torino contro i bianconeri proprio non sa vincere. Escluso un acuto in Coppa Italia, mai i nerazzurri sono riusciti a conquistare i tre punti su un campo che consegna a Leonardo la sua seconda sconfitta da quando è alla guida dell'Inter.
Un gap tecnico colmato dalla squadra di Delneri grazie a una grinta e a una tenacia che ha permesso ai bianconeri di regalare al pubblico presente sugli spalti una prestazione magari non bellissima, ma ricca di emozioni.
Poche, pochissime le emozioni del primo tempo. In realtà, il primo e unico acuto della prima frazione è proprio l'occasione che di fatto decide il match. Krasic scarica su Sorensen che lascia partire un assist perfetto sul quale si avventa Matri che batte un incolpevole Julio Cesar. Le colpe sono da additare a Cordoba, che perde completamente la marcatura favorendo l'inserimento dell'ex Cagliari.
Nel primo tempo non succede altro, tutt'altra storia nella ripresa con la Juventus parte immediatamente all'assalto sfiorando il gol del raddoppio: prima con Matri, poi con Chiellini.

L'Inter però viene fuori col passare dei minuti, Leonardo sbilancia la squadra e inserisce Goran Pandev al posto di Kharja. I nerazzurri si propongono in attacco con continuità, la Juventus va in affanno perché - esaurita la girandola di sostituzioni - gioca praticamente in dieci visti i problemi fisici di Matri. E' così che Eto'o ha almeno due occasioni per ristabilire la parità.
Il camerunese prima si vede chiuso lo specchio della porta da un tempestivo Buffon, poi spreca un'occasione clamorosa sparando sulla traversa una conclusione a porta vuota. Nonostante le evidenti difficoltà, la Juventus regge la forza d'urto nerazzurra. Stoico Matri che sfiora addirittura il raddoppio nonostante le evidente difficoltà nel reggersi in piedi.
L'Inter avrà ora subito l'occasione di rifarsi nel recupero infrasettimanale contro la Fiorentina, mentre la Juventus sembra esser finalmente uscita dal tunnel buio che ha accompagnato la squadra bianconera per tutto il mese di gennaio.