Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina, via al dopo Gilardino: tutti i nomi sul taccuino di Corvino

Fiorentina, via al dopo Gilardino: tutti i nomi sul taccuino di CorvinoTUTTO mercato WEB
© foto di Giacomo Morini
venerdì 20 maggio 2011, 13:252011
di Raimondo De Magistris

Cambierà volto la compagine viola, cambieranno gli interpreti più importanti dopo un ciclo che sembra aver avuto in questa stagione in suo naturale epilogo. Una discreta seconda parte di stagione ma, al contempo, una classifica che parla chiarissimo: Fiorentina al nono posto.
Sono lontani i proclami di inizio stagione di Sinisa Mihajlovic, quando a pochi giorni dalla sfida contro il Napoli al Franchi parlava di quarto posto come obiettivo naturale per una squadra che aveva da pochi giorni cominciato a fare i conti con l'infortunio di Jovetic.
Cambierà tanto a centrocampo, ma cambieranno pedine importanti anche in attacco, dove la partenza di Alberto Gilardino sembra costituire sempre più una certezza. Deschamps provò a portarlo a Marsiglia già lo scorso anno, l'impressione è che questa estate le possibilità siano notevolmente aumentate, con Gilardino che non si sbilancia sul suo futuro e la società già alla ricerca di prime punte per il prossimo anno.
Già, perché mentre si fantastica col nome di Antonio Cassano, Pantaleo Corvino prosegue incessante la ricerca di un terminale offensivo che possa rendere indolore la partenza di Gilardino. Si parte da Jelle Vossen, capocannoniere della Jupiler League appena andata agli archivi. Venti reti che sono servite al Racing Genk per conquistare il terzo campionato dalla sua storia. Spostandoci di qualche chilometro, ecco Klass-Jan Huntelaar, attaccante di qualche anno in più ma con ben altra esperienza internazionale. L'olandese stuzzica non poco la fantasia della dirigenza gigliata, ma il suo ingaggio è fuori dalla politica ingaggi della società viola. Servirebbe un'importante sforzo economico in tal senso, lo stesso a cui sarebbe chiamato il club di Della Valle per strappare Gervinho al Lille. L'attaccante ivoriano è alle prese con la miglior stagione della sua carriera: 15 gol in campionato e successo della Ligue 1 che dista un solo punto a due giornate dal termine.

Tornando in Germania, piace Vedad Ibisevic. Il centravanti dell'Hoffenheim e della nazionale bosniaca salì alla ribalta nella prima parte della Bundesliga 2008/09, quando con 18 gol in 17 partite trascinò il piccolo club tedesco in vetta alla classifica. Poi un brutto infortunio ha notevolmente frenato la sua carriera. In questa stagione, che ha visto l'Hoffenheim lottare per non retrocedere, Ibisevic non è riuscito a raggiungere la doppia cifra: otto gol in campionato.
Spostiamoci in Sudamerica, dove ci sono due attaccanti che piacciono non poco a Pantaleo Corvino: il primo, quello in cima alla lista, è Rogelio Funes Mori, classe '91. Dipendesse dal ds viola, Funes Mori era già in Italia ma i problemi riguardanti il passaporto da extracomunitario bloccano il suo trasferimento. Problemi che non ha Denis Stracqualursi, centravanti del Tigre e capocannoniere dell'ultimo Apertura. Ci sarà però da battere la concorrenza di diversi club tra cui il Napoli, già in contatto con la società argentina.
Questa rapida carrellata di nomi di conclude nel nostro paese, dove nel mirino ci sono sempre Maxi Lopez - piace anche alla Lazio - e Paulo Vitor Barreto, già a un passo dalla Fiorentina a gennaio. Tanti nomi per un solo posto. Corvino nelle prossime settimane dovrà prendere una scelta...