Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Gaia Brunelli: "Milan, il progetto intorno a Ibra e il mercato di giugno"

Gaia Brunelli: "Milan, il progetto intorno a Ibra e il mercato di giugno"TUTTO mercato WEB
Gaia Brunelli, editorialista di Milannews.it
© foto di Gaia Brunelli
venerdì 25 febbraio 2011, 08:452011
di Redazione TMW.
fonte di Gaia Brunelli per milannews.it

Delle 5 partite perse dal Milan, 4 sono arrivate a San Siro. A cominciare da quelle in campionato contro Juventus e Roma, poi in Champions League contro Ajax e Tottenham. Insomma, diciamo pure che non c'è molto da stare tranquilli per lunedì sera. Il Milan dovrà cercare di superare il Napoli di Mazzarri, allenatore molto simile a José Mourinho. Il tecnico partenopeo, infatti, appena palesate le designazioni arbitrali ha subito avuto da ridire su Rocchi. In ogni caso i rossoneri di Allegri dovranno essere pronti a tutto e questa volta speriamo che la lezione contro il Tottenham possa tornare utile. Mai cadere nelle provocazioni. Contro il Napoli sarà un aspetto da controllare, fin da subito. Fin dalle dichiarazioni pre partita. Intanto, a proposito di dichiarazioni, ha parlato Zlatan Ibrahimovic che, ovviamente, non ha usato toni diplomatici soprattutto nel descrivere la sua esperienza al Barcellona con Guardiola. Ma a parte questo, ha regalato frasi importanti per far capire ai tifosi quale potrebbe essere il futuro del Milan: "Non posso parlare male dell'Inter perché lì ho vissuto momenti fantastici, ma storicamente credo che il Milan sia un club più importante; quando sono arrivato qui mi è stato presentato un progetto che ruota attorno a me e mi sono state promesse tante cose su cui si sta lavorando.

È un progetto che sta crescendo e credo che il prossimo sarà l'anno giusto per lottare su tutti i fronti". Gli sono state promesse tante cose? Tipo? Il fatto che possa scegliere lui con chi preferisce giocare in attacco? Perché ormai è noto che lo svedese prediliga giocare con Robinho e Cassano, piuttosto che con Pato. Mi sta bene che il progetto ruoti intorno a Ibra, ma che ne sarà del Papero? E' giovane e ha dei colpi che in Europa si faticano a vedere, gioca la metà degli altri ma segna il doppio. Perché tutto deve girare solo intorno a Zlatan? L'unica speranza è che (sempre che sia una notizia vera) la liason tra Pato e Barbara prosegua, almeno non verrà ceduto a giugno. In ogni caso nelle parole di Ibrahimovic si cita anche un progetto. Termine ormai inflazionato nel mondo del calcio che in alcuni casi viene smentito anno dopo anno (vedi Juve). Però lo svedese dice che l'anno prossimo la squadra sarà al top per poter lottare su tutti i fronti. (Piccola digressione: per favore, caro Ibra, pensa al presente, vai a Londra e cerca di battere questo Tottenham senza rinunciare in partenza!!!) Se davvero l'anno prossimo sarà quello giusto, significa che a giugno verranno fatti investimenti importanti, soprattutto sulle fasce. Se Didac Vila non è stato l'innesto che si credeva (contro il Napoli probabilmente giocherà Oddo al posto dell'infortunato Antonini), bisogna che il Milan si muova per arrivare a un difensore di alto livello. Se l'attacco è assolutamente competitivo, esattamente come il centrocampo che può contare su una vasta gamma di interpreti, nel mercato estivo bisognerà puntare sulla difesa. E le parole di Ibra, insieme a suoi gol, ancora una volta regalano la speranza di un futuro vincente...