Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter, revolucciòn Barça: nasce la squadra da sogno di Pep

Inter, revolucciòn Barça: nasce la squadra da sogno di PepTUTTO mercato WEB
© foto di Alex Cid-Fuentes / ALFAQUI
giovedì 5 maggio 2011, 10:032011
di Gianluigi Longari

I lettori di Tuttomercatoweb lo sanno da un po', almeno da un mese fa, quando proprio su queste pagine, l'indiscrezione relativa alla candidatura di Pep Guardiola come futuro tecnico dell'Inter è stata lanciata per la prima volta. Un cambiamento radicale, una rivoluzione totale, che qualora dovesse concretizzarsi come tanti indizi lasciano supporre, comporterebbe un trapianto di qualità e piedi buoni all'interno della rosa nerazzurra.
"Non credo che troverò mai più una squadra come questa". L'indizio numero uno è senza dubbio reperibile in queste dichiarazioni, criptiche ma sibilline, rilasciate da Guardiola qualche minuto dopo essersi qualificato per la seconda volta in tre stagioni alla finale di Champions League. Potrebbero essere intese come un semplice elogio ai suoi ragazzi, ma così non è: dietro a quelle parole c'era molto probabilmente qualcosa di più.
Perchè l'Inter di Pep sarà, o per il momento è meglio dire sarebbe, davvero diversa dal Barça delle meraviglie che sta dominando l'Europa. Magari simile, ma con un'impronta non ancora definita.

L'unica certezza sarà la ricerca del gioco o dello spettacolo come "credo": ogni eventuale vittoria passerà da qui. Uno stile nuovo, che comporterà un intervento capillare anche in chiave mercato, ovviamente sullo stile blaugrana. Alexis Sanchez, non a caso, è l'obiettivo numero uno, rappresentando il giocatore più catalano del nostro campionato, non per provenienza, quanto piuttosto per maniera di interpretare il suo ruolo. Cesc Fabregas è stato scelto come leader del progetto, fautore di un nuovo modo di intendere il calcio, e leader del trio di centrocampo. Un trio che potrebbe prevedere anche Luka Modric in alternativa, ma non necessariamente, al capitano dell'Arsenal. Perchè se rivoluzione sarà, lo sarà pressochè totale. E qualche sacrificio, economico ma non solo, potrebbe essere inevitabile.