Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Juventus, Marotta: "Contenti dell'arrivo di Matri"

Juventus, Marotta: "Contenti dell'arrivo di Matri"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
martedì 1 febbraio 2011, 15:442011
di Redazione TMW.
fonte Juventus.com

Ad accompagnare Alessandro Matri in conferenza stampa, ci ha pensato - come da tradizione - Giuseppe Marotta. L'amministratore delegato e direttore generale dell'Area Sport bianconera ha parlato così della trattativa, messa a punto nell'ultimo giorno di mercato: "È stata un'operazione difficile, abbiamo sfruttato l'occasione grazie alla disponibilità del presidente Cellino verso di noi, ma soprattutto verso il ragazzo. Matri era da tempo un nostro obiettivo e sapevamo che si lui c'erano anche altre pretendenti. Inoltre era un'operazione che andava giocata su più tavoli, vista la contemporanea cessione di Amauri".

Matri arriva in bianconero in prestito con diritto di riscatto. Una formula già utilizzata per l'acquisto di Quagliarella e Aquilani. Una formula che, anche alla luce di altre operazioni di mercato, necessita di una spiegazione da parte di Marotta. "Sento parlare ancora di Pazzini. Anche lui, come Matri è un grande giocatore, e lo volevano in molti. Ma l'Inter l'ha preso con un acquisto a titolo definitivo che noi non potevamo fare in questo momento. Abbiamo optato per il prestito, con la volontà di riscattare il giocatore a giugno, sapendo che c'è la possibilità di aggiungere altri giocatori come contropartita, Magari qualche nostro giovane che deve fare esperienza. Preciso però che il riscatto è un diritto, non un obbligo".

Non si discute solo di mercato nel corso della conferenza stampa di presentazione di Matri. La sfida con il Palermo è dietro l'angolo. Una gara di cui si è già iniziato a parlare in anticipo, anche alla luce delle questioni arbitrali. Dopo le parole del presidente siciliano Zamparini, Marotta precisa: "Io non entro nel merito di quello che è successo domenica nella loro partita con l'Inter. Nei giorni scorsi ho solo fatto cenno alla situazione di Krasic, per il quale ormai si può parlare di accanimento. E sono contento che in tanti, giornalisti, commentatori ed ex arbitri, la pensino come me".