Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Kuban Krasnodar, rescissione con botte per Nikezic

Kuban Krasnodar, rescissione con botte per Nikezic
giovedì 31 marzo 2011, 15:452011
di Stefano Sica

Anche in Russia si registra un caso Sosa (vittima di un episodio increscioso a Sanremo). E' la vicenda personale occorsa all'ex Le Havre, Nikola Nikezic (29), costretto a rescindere il contratto col Kuban Krasnodar a seguito di minacce ed aggressioni di vario tipo. E' stato lo stesso attaccante montenegrino a rivelare quanto accaduto: "Uno degli uomini del club mi ha sottoposto le carte in modo aggressivo intimandomi di firmare. Quando ho detto che avevo ancora un altro anno di contratto e che i negoziati devono essere condotti in presenza del mio datore di lavoro, ho ricevuto una forte pugno al fegato. A quel punto un altro uomo si è tolto la giacca mostrando due pistole nella fondina.

Quando mi sono nuovamente rifiutato, ho incassato un altro pugno. Dopo una ventina di minuti, ho firmato tre documenti senza capirne il contenuto perché era in lingua russa". Nikezic ha confermato poi di aver contattato il suo agente e inviato una lettera congiunta a Fifa e Uefa. Dal canto suo, il club russo, dopo aver smentito ogni coinvolgimento nella vicenda, ha emamato un comunicato per informare di aver versato alla punta 256mila dollari per "chiudere il caso senza ulteriori complicazioni".