Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Luci a Lubiana, l'Italia ha il primo match point

Luci a Lubiana, l'Italia ha il primo match pointTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 25 marzo 2011, 12:092011
di Antonio Vitiello
di Piero Vitiello per Sportitalia

Luci a Lubiana: mentre sembrano scongiurati i pericoli di scintille fra le due tifoserie, tra gli aspetti meno rilevati nella lunga vigilia di Slovenia-Italia, emerge quello della classifica. E' presto detto: questa sera gli azzurri hanno praticamente il primo match point per chiudere in anticipo il discorso qualificazione nel gruppo C, quando ancora siamo al giro di boa. Una vittoria, sul campo della seconda in classifica, metterebbe ulteriormente in discesa il cammino di una nazionale considerata dai più in una fase di delicata transizione, ma fin qui vincente. Un'Italia molto offensiva, quella preannunciata da Prandelli per portare a sei i punti di vantaggio sui concorrenti più temibili del girone. Confermato il 4-3-1-2, a meno di sorprese dell'ultima ora: Mauri agirà alle spalle dei fratelli d'Italia Cassano e Pazzini. Quest'ultimo dichiaratosi ansioso di tornare al gol in nazionale. Il barese, invece, va a caccia del riscatto personale in un periodo difficile con la maglia del Milan. "Cassano deve dare di più" ha ribadito Prandelli alla vigilia. Ct che anche nell'ultima conferenza ha respinto le velate critiche ad una nazionale giudicata non all'altezza del blasone, almeno per ciò che riguarda la qualità in campo.

"Se qualcuno ci considera di serie B, vorrà dire che presto dovrà registrare la nostra promozione in serie A" ha ironizzato Prandelli. Di sicuro chi non sottovaluta gli azzurri è il ct sloveno Matjaz Kek, che definisce l'Italia una superpotenza calcistica, ma sotto sotto spera nel colpaccio - già riuscito alla Slovenia nel 2005. Dedic, ex Piacenza e Frosinone , in attacco al fianco della torre Novakovic. Solo panchina per i palermitani Ilicic e Bacinovic, che almeno inizialmente non troveranno spazio nel 4-4-2 proposto da Kek. Con una vittoria, la Slovenia aggancerebbe l'Italia in vetta, in attesa di mettere le freccia martedì in Irlanda del Nord. Un passo alla volta. Alle 20.45 potrebbe già delinearsi il destino del gruppo C.