Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, Allegri: "Siamo in testa e tutto è nelle nostre mani"

Milan, Allegri: "Siamo in testa e tutto è nelle nostre mani"TUTTO mercato WEB
© foto di LINGRIA/PHOTOVIEWS
domenica 6 febbraio 2011, 11:302011
di Vincenzo Vitiello

"Siamo davanti, non possiamo fare calcoli ma dobbiamo concentrarci solo su noi stessi": con queste parole Massimiliano Allegri si prepara alla trasferta di Genova contro i rossoblù. Allegri denota consapevolezza e giusta serenità. "L'Inter non è un problema, partecipa alla corsa scudetto come Napoli e Roma. Noi siamo in testa, il destino è nelle nostre mani". Il tecnico del Milan, come riportato da Sky, aggiunge: "I punti che abbiamo non bastano per vincere il campionato. Ci servono ancora tante vittorie e non dobbiamo pensare a cosa fanno gli altri. I rivali non possono fare più di tre punti a partita: se noi andiamo avanti con il nostro passo, gli altri dovranno fare qualcosa di straordinario. Sono soddisfatto perché siamo primi in classifica con cinque punti di vantaggio. Sarebbero sempre 4 sull'Inter. Potevamo fare un paio di punti in più in casa. In generale, però, sono molto contento di quello che stanno facendo i ragazzi. Il campionato è lungo e equilibrato, lo dimostra la sconfitta subita dal Napoli a Verona. C'è un livellamento incredibile",

Il Milan è reduce dal pareggio casalingo per 0-0 contro la Lazio.
"Abbiamo creato molto contro la Lazio", dice Allegri che archivia la sfida di martedì scorso e volta pagina pensando alla partita contro il Genoa: "Il Genoa giocherà una partita aggressiva, dovremo scendere in campo preparati dal punto di vista mentale. Servirà un Milan molto sveglio, il Genoa in casa aggredisce e non consente agli avversari di giocare. Alexandre Pato? Sta bene, è sorridente: non c'è un caso Pato. Il giocatore deve rimanere sereno. Ha giocato poco, deve acquisire attenzione e concentrazione. L'intesa con Ibrahimovic? Più passa il tempo e meglio andranno. Hanno giocato poco insieme e Pato l'anno scorso ha giocato in una posizione diversa. Deve migliorare, lui come tutti. Nessuna ipotesi Balotelli? Io ho Pato, sono contento di Pato e mi tengo stretto Pato. Alla fine fara' bene e, come tutti gli altri che hanno subito infortuni, sarà un acquisto importante".