Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan: clamoroso scambio col City per avere SuperMario

Milan: clamoroso scambio col City per avere SuperMarioTUTTO mercato WEB
© foto di ALBERTO LINGRIA/PHOTOVIEWS
mercoledì 9 marzo 2011, 07:062011
di Redazione TMW.
fonte di Roberto Dupplicato per Telelombardia - qsvs.it

Ormai è fatta: Mario Balotelli l'anno prossimo vestirà la maglia del Milan e giocherà con Pato e Ibrahimovic, formando nella testa dei tifosi rossoneri un tridente di forza, talento e follia: mix perfetto per seppellire di gol gli avversari.

L'operazione da 22 milioni di euro, è stata retificata a gennaio ma era nell'aria almeno dal 17 giugno scorso, cioè da quando il bomber italiano ha assunto come suo procuratore Mino Raiola. E anche se oggi nesusuno conferma, corre voce che proprio Raiola e Galliani se la ridono sotto i baffi per l'ennesima operazione fatta.

La storia d'amore tra Supermario e il Milan in realtà è cominciata esattamente un anno fa, quando si disse che l'attaccante nato a Palermo cantasse nello spogliatoio dell'Inter l'inno del Milan. Ciò provocò le ire di Mourinho e di Materazzi, e sull'onda della polemica Valerio Staffelli portò all'ex nerazzurro la maglia rossonera con il numero 45. Il caso montò perché a telecamere spente - vatti a fidare dei giornalisti - Balotelli indossò quella maglia, scatenando la rabbia dei tifosi dell'Inter.

Nello scacchiere dell'attacco rossonero, visto che anche Ibra aveva già stoppato l'arrivo di Balo spiegando che "erano già in troppi", Allegri dovrà buttarne giù uno dalla torre.

Il sacrificato potrebbe essere Cassano: nel Milan non sta incidendo come previsto nei piani di Allegri e Galliani, e allora se così deve essere sarà lui a seguire Roberto Mancini al Manchester City, sempre che il 'Mancio' continui la sua carriera in Inghilterra e non vada a fare l'allenatore della Juventus.