Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan: Galliani, Allegri e il "metodo Sacchi"

Milan: Galliani, Allegri e il "metodo Sacchi"TUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Fornasari
martedì 10 maggio 2011, 15:062011
di Simone Lorini
"Scelto come Sacchi: abbiamo incontrato le sue squadre e giocavano davvero bene"

Dopo aver dato in anteprima la notizia dei due nuovi acquisti rossoneri per la prossima stagione, "visto che siamo una società e teniamo alla comunicazione, oggi ve la do io una notizia: abbiamo ingaggiato Mexes e Taiwo, due difensori sui quali punteremo molto", Adriano Galliani, Amministratore Delegato plenipotenziario del Milan, ai giornalisti a bordo della nave Msc Splendida, nel corso di un appuntamento stampa legato a una sponsorizzazione, ha parlato della scelta di Allegri e dei programmi futuri del Milan che punta ancora la difesa come reparto da rinforzare il vista dell'anno prossimo: "Cercheremo di rinforzare ulteriormente la squadra, ma non mi va di fare dei nomi. Posso però dire che faremo qualcosa in difesa. Per il resto la squadra va bene così, non è un caso che abbia vinto lo scudetto e nella prossima stagione, il Milan punterà alla riconquista della Champions League. Uno dei nostri punti di forza di questa vittoria è stata la scelta dell'allenatore, sceglierlo non è mai facile e comporta delle difficoltà, ti affidi all'intuito.

Il presidente Berlusconi pensava che Allegri avesse il phisique du role, noi normalmente puntiamo a tecnici che prediligono il bel gioco, è questa la nostra costante in 25 anni di gestione della società rossonera. Era accaduto con Sacchi, appunto 25 anni fa, quando vedemmo giocare per quattro volte bene il Parma contro di noi, ed è accaduto con Allegri: ho visto giocatore bene il Sassuolo ed ho visto giocare bene anche il Cagliari. Possiamo dire che nel caso di Allegri ci abbiamo visto giusto".